Me

Dal matrimonio con Barack ai primi anni all’Università: Michelle Obama si racconta in una serie di foto

L'ex first lady Michelle ha condiviso una serie di fotografie personali sul suo profilo Instagram

Immagine di copertina
Michelle e Barack Obama. Credit: Getty Images

L’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama e la moglie Michelle hanno festeggiato le cosiddette “nozze d’argento”, venticinque anni di matrimonio.

Michelle Obama per l’occasione ha condiviso sul suo profilo personale di Instagram una fotografia del giorno delle nozze, il 3 ottobre del 1992.

L’ex first lady ha deciso di raccontarsi al pubblico anche con il libro “Becoming”, che uscirà a novembre.

Proprio nei giorni scorsi è uscita la notizia che Barack Obama e sua moglie Michelle hanno stretto un accordo con Netflix per la produzione di film e programmi televisivi.

Le foto che Michelle ha pubblicato sono un’anticipazione di una serie di immagini personali che si potranno trovare nel suo libro.

Legato al ricordo del matrimonio, secondo quanto dichiara Michelle, c’è anche il raffreddore molto forte che aveva colpito l’ex presidente proprio nel giorno delle nozze.

“Il raffreddore era miracolosamente sparito quando siamo andati all’altare e abbiamo ballato tutta la notte. Venticinque anni dopo ci divertiamo ancora e lavoriamo insieme per crescere come coppia e come individui. Non potrei immaginare di aver fatto questo viaggio con una persona diversa”, ha scritto Michelle.

Oltre alla foto con Barack, Michelle ha pubblicato anche una foto di famiglia, che la ritrae con suo padre e sua madre quando era ancora una bambina.

Michelle Obama ricorda il suo papà scrivendo: “Mio padre, Fraser, mi ha insegnato a lavorare duro, a ridere spesso e a mantenere la parola data”.

Quando parla degli insegnamenti e dei valori trasmessi dalla mamma, Michelle dice: “Mia madre, Marian, mi ha mostrato come provvedere a me stessa e a usare la mia voce”.

E Michelle Obama conclude con una frase rivolta a tutta la sua famiglia: “Insieme, nel nostro piccolo appartamento del South Side di Chicago, la mia famiglia mi ha aiutata a vedere i valori della nostra storia e della mia personale in quella del nostro paese”.

L’ex first lady ha condiviso anche una sua foto all’Università di Princeton, quando ancora portava le treccine: “Ero nera e venivo dalla classe lavoratrice dei sobborghi di Chicago, a Princeton gli studenti venivano dal mondo delle classi più ricche. Prima non ero mai stata considerata quella ‘diversa’ per il colore della mia pelle”.