Me

A Milano 77 rollatori hanno chiuso la canna più lunga del mondo

Gli organizzatori hanno raggiunto la lunghezza record di 33 metri, superando così l'attuale primato stabilito da un gruppo di fumatori statunitensi del Massachusetts che hanno realizzato uno spinello di 30 metri

Immagine di copertina
Afp photo / Joaquin Sarmiento

Il 24 maggio a Milano è stato rollato lo spinello più lungo del mondo.

L’iniziativa è stata lanciata dal Partito del Piccione, un movimento satirico di cui fanno parte tanti personaggi molto seguiti sui social, che ha reclutato 77 esperti rollatori che dovranno compiere l’impresa.

Gli organizzatori hanno raggiunto la lunghezza record di 33 metri, superando così l’attuale primato stabilito da un gruppo di fumatori statunitensi del Massachusetts che hanno realizzato una canna di 30 metri durante l’ultimo 4:20.

Per farlo, hanno usato un quantitativo di ganja (legale) pari a circa 2 chilogrammi.

Il comico calabrese il Pancio, presidente, ha parlato dell’iniziativa al sito Dolce Vita Online: “Abbiamo fatto il casting per i 77 rollatori e li abbiamo selezionati in base all’abilità e alla vicinanza con Milano”.

“L’iniziativa, così come il contest sono nati per cercare di far parlare di un argomento sul quale ancora oggi c’è troppa disinformazione”, ha aggiunto.

Oltre all’intento puramente goliardico, quindi, c’è la volontà di affrontare liberamente il tema del proibizionismo e della legalizzazione.

“E’ assurdo che in Italia dopo decenni di proibizionismo non si riesca a fare un passo in avanti ma voglio che sia chiaro che noi facciamo satira”, tiene a precisare il “capo politico” del Partito del Piccione.

“Internet è la nuova televisione e questo progetto nasce più come esperimento sociale, non per fare veramente un partito: ci tengo a sottolinearlo perché tante volte in Italia viene scambiata la persona con il personaggio”.

“La nostra è un’operazione comica e noi nel nostro piccolo cerchiamo di fare satira restituendole la dignità che merita e dando un’immagine di ciò che accade nel nostro Paese”, ha concluso Pancio.

Leggi anche: Oggi è il Cannabis day, la giornata mondiale della marijuana