Me

La rivelazione di Platini: “Al Mondiale del 1998 abbiamo usato un piccolo trucco”

L'ex presidente Uefa: "Credete che gli altri non abbiano fatto lo stesso?"

Immagine di copertina
L'ex presidente della Uefa Michel Platini

Michel Platini non ci gira troppo intorno: “Francia-Brasile in finale, era il sogno di tutti”. Ma proprio tutti. Anche del comitato organizzatore del Mondiale francese del 1998 di cui l’ex attaccante della Juventus era vicepresidente.

Un Mondiale che al momento del sorteggio dei gironi subì “un piccolo trucco”, le parole di le Roi Michel alla trasmissione Stade Bleu. Intervista che sarà trasmessa integralmente domenica 20 maggio su France Bleu.

In pratica le due nazionali furono inserite in gruppi (A per il Brasile e C per la Francia) le cui prime, secondo il tabellone, non si sarebbero mai potute incrociare, se non in finale dove poi, per la cronaca, vinsero i padroni di casa.

“Abbiamo faticato sei anni per preparare un mondiale, meglio mettersi al riparo da scherzetti imprevisti… Credete che gli altri non abbiano fatto lo stesso?”, ha poi chiosato Platini.

Rivelazioni che stanno avendo grande eco in Francia e nel resto del Mondo dove in tanti sono rimasti spiazzati, se non delusi, dalle parole dell’ex presidente della Uefa, al momento fermo ai box per la squalifica che gli è stata comminata (assieme all’ex presidente FIFA Blatter) che lo terrà lontano da incarichi ufficiali fino a fine 2019.