Me
Inferno Gaza, ecco nomi e cognomi delle persone uccise dall’esercito israeliano
Condividi su:
Ambasciata Usa Gerusalemme

Inferno Gaza, ecco nomi e cognomi delle persone uccise dall’esercito israeliano

Il ministero della Salute di Gaza ha rilasciato i nomi di 57 palestinesi uccisi durante gli scontri avvenuti in occasione dello spostamento dell'ambasciata degli Stati Uniti da Tel Aviv a Gerusalemme

15 Mag. 2018
Ambasciata Usa Gerusalemme

Lunedì 14 maggio 2018 gli Stati Uniti hanno spostato la loro ambasciata in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme.

L’inaugurazione è stata circondata da un clima di forti tensioni, in quanto lo spostamento è un implicito riconoscimento di Gerusalemme come capitale dello stato ebraico (Cosa significa il riconoscimento di Gerusalemme capitale di Israele?).

Negli scontri hanno perso la vita almeno 60 persone, tra cui otto minorenni, e altre 2.700 sono rimaste ferite, di cui una cinquantina in modo grave, dopo essersi avvicinate alla barriera di frontiera per lanciare pietre.

Tra le vittime c’è una bimba di soli 8 mesi, rimasta intossicata dopo aver inalato gas lacrimogeni.

La bimba si chiamava Leila al-Ghandhour e si trovava sul posto insieme ai genitori: non è chiaro quanto la famiglia fosse vicina alla barriera di sicurezza dove sono avvenuti gli scontri più violenti.

Martedì mattina, il ministero della Salute di Gaza ha rilasciato i nomi di 57 palestinesi uccisi: 

1. Laila Anwar Al-Ghandoor, 8 mesi

2. Ezz el-din Musa Mohamed Alsamaak, 14 anni

3. Wisaal Fadl Ezzat Alsheikh Khalil, 15 anni

4. Ahmed Adel Musa Alshaer, 16 anni

5. Saeed Mohamed Abu Alkheir, 16 anni

6. Ibrahim Ahmed Alzarqa, 18 anni

7. Eman Ali Sadiq Alsheikh, 19 anni

8. Zayid Mohamed Hasan Omar, 19 anni

9. Motassem Fawzy Abu Louley, 20 anni

10. Anas Hamdan Salim Qadeeh, 21 anni

11. Mohamed Abd Alsalam Harz, 21 anni

12. Yehia Ismail Rajab Aldaqoor, 22 anni

13. Mustafa Mohamed Samir Mahmoud Almasry, 22 anni

14. Ezz Eldeen Nahid Aloyutey, 23 anni

15. Mahmoud Mustafa Ahmed Assaf, 23 anni

16. Ahmed Fayez Harb Shahadah, 23 anni

17. Ahmed Awad Allah, 24 anni

18. Khalil Ismail Khalil Mansor, 25 anni

19. Mohamed Ashraf Abu Sitta, 26 anni

20. Bilal Ahmed Abu Diqah, 26 anni

21. Ahmed Majed Qaasim Ata Allah, 27 anni

22. Mahmoud Rabah Abu Maamar, 28 anni

23. Musab Yousef Abu Leilah, 28 anni

24. Ahmed Fawzy Altetr, 28 anni

25. Mohamed Abdelrahman Meqdad, 28 anni

26. Obaidah Salim Farhan, 30 anni

27. Jihad Mufid Al-Farra, 30 anni

28. Fadi Hassan Abu Salmi, 30 anni

29. Motaz Bassam Kamil Al-Nunu, 31 anni

30. Mohammed Riyad Abdulrahman Alamudi, 31 anni

31. Jihad Mohammed Othman Mousa, 31 anni

32. Shahir Mahmoud Mohammed Almadhoon, 32 anni

33. Mousa Jabr Abdulsalam Abu Hasnayn, 35 anni

34. Mohammed Mahmoud Abdulmoti Abdal’al, 39 anni

35. Ahmed Mohammed Ibrahim Hamdan, 27 anni

36. Ismail Khalil Ramadhan Aldaahuk, 30 anni

37. Ahmed Mahmoud Mohammed Alrantisi, 27 anni

38. Alaa Alnoor Ahmed Alkhatib, 28 anni

39. Mahmoud Yahya Abdawahab Hussain, 24 anni

40. Ahmed Abdullah Aladini, 30 anni

41. Saadi Said Fahmi Abu Salah, 16 anni

42. Ahmed Zahir Hamid Alshawa, 24 anni

43. Mohammed Hani Hosni Alnajjar, 33 anni

44. Fadl Mohamed Ata Habshy, 34 anni

45. Mokhtar Kaamil Salim Abu Khamash, 23 anni

46. Mahmoud Wael Mahmoud Jundeyah, 21 anni

47. Abdulrahman Sami Abu Mattar, 18 anni

48. Ahmed Salim Alyaan Aljarf, 26 anni

49. Mahmoud Sulayman Ibrahim Aql, 32 anni

50. Mohamed Hasan Mustafa Alabadilah, 25 anni

51. Kamil Jihad Kamil Mihna, 19 anni

52. Mahmoud Sabre Hamad Abu Taeemah, 23 anni

53. Ali Mohamed Ahmed Khafajah, 21 anni

54. Abdelsalam Yousef Abdelwahab, 39 anni

55. Mohamed Samir Duwedar, 27 anni

56. Talal Adel Ibrahim Mattar, 16 anni

57. Omar Jomaa Abu Ful, 30 anni

58 – 60: non identificato

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus