Me

Internazionali d’Italia 2018, è iniziato il torneo di Tennis da 32 milioni di fatturato

In flessione la vendita dei biglietti. Ecco perché

Immagine di copertina
Lo stadio del Tennis del Foro Italico

Finalmente sono partiti gli Internazionali d’Italia 2018. Il mega evento tennistico del Foro Italico di Roma, organizzato dalla FederTennis in collaborazione con Coni Servizi, durerà fino al 20 maggio.

Un torneo che vale un fatturato di circa 32 milioni di euro, sempre in crescita negli ultimi 13 anni, con aree commerciali che quest’anno si sono estese di altri cinquemila mq, “non in lunghezza ma in larghezza del site, arrivando al limite della piscina olimpica, aggiungendo una nuova area per 20 stand”. Con un montepremi maschile che ammonta a 4.872.105 euro, e quello femminile di 2.703.000 euro.

Notizie poco rassicuranti invece per quanto riguarda la prevendita dei biglietti che è in flessione del 6 per cento, 6,7 milioni ad aprile contro i 7,2 del 2017. Il motivo? Probabilmente non ce n’è uno solo. In primis la presenza di meno campioni rispetto alle passate edizioni (vedi i forfait di Federer, Murray, Kyrgios e Serena Williams).

Poi sicuramente il meteo sfavorevole (anche per la settimana prossima le previsioni non sono positive) e la coincidenza della finale del torneo con l’ultima giornata di Serie A (la Lega ha pure anticipato le partite di Juventus, Napoli e squadre in lotta per la salvezza, almeno Lazio-Inter resta in posticipo).

A complicare le cose anche il bisticcio con la Soprintendenza, che ha negato l’uso di Piazza del Popolo per alcune partite di qualificazione ad annuncio già fatto. Una figuraccia.

Infine, mancheranno le serate notturne di Ballroom, annullate a tempo indeterminato dopo l’incidente dello scorso anno quando una balaustra si stacco e colpì una ragazza di 29 anni poi trasportata al Gemelli in codice rosso. Insomma, sarà un’edizione stellare, ma forse un po’ meno brillante del previsto.