Me

La Juventus è campione d’Italia per la settima volta consecutiva

Trentaquattresimo titolo nazionale per i bianconeri

Immagine di copertina
I giocatori della Juventus mentre festeggiano

La Juventus è campione d’Italia per la settima volta consecutiva, la trentaquattresima nella sua storia. La squadra di Massimiliano Allegri, grazie al pareggio (0-0) contro la Roma, ha conquistato lo Scudetto 2017-2018 con una giornata di anticipo sulla fine del campionato.

Una cavalcata eccezionale che ha visto i bianconeri a lungo inseguire e poi superare il Napoli di Maurizio Sarri, unica squadra in grado di tenere testa alla Juve nella lotta per il tricolore.

Lotta per lo Scudetto “abbandonata” però colpevolmente dai campani dopo Inter-Juventus 2-3, partita spettacolare decisa nei minuti finale con una rimonta bianconera che ha tagliato le gambe ai nerazzurri ma anche – a distanza – al Napoli che per gran parte della gara (vista in tv) ha creduto nel sorpasso.

A confermarlo è stato nei giorni scorsi il difensore azzurro Kalidou Koulibaly: “Lo scudetto? Ci ho sempre creduto ma forse inconsciamente abbiamo mollato dopo Inter-Juve. Ci è mancato pochissimo ma l’anno prossimo ci riproveremo”.

Ennesimo record per la Vecchia Signora. Nessuno in Italia, infatti, ha mai vinto il campionato di Serie A per sette volte consecutivamente.

Superato di due lunghezze il primato nazionale che apparteneva alla Juve degli anni trenta, quella dei cinque titoli consecutivi vinti dal 1931 al 1935, a pari merito con il Grande Torino (1943-1949, esclusi due anni di stop per motivi bellici) e Inter (dal 2005/2006, assegnato dalla giustizia sportiva, al 2009/2010).

Un’impresa assoluta per i bianconeri che eguagliano i settebello del Lione in Francia, dell’Olympiacos in Grecia e dell’Ujpest Dosza in Ungheria.

Al fischio finale della sfida contro la Roma è quindi scattata la festa della Juventus per il suo settimo scudetto consecutivo. Festa che proseguirà allo Juventus Stadium domenica prossima dopo la sfida contro il Verona quando i bianconeri riceveranno medaglie e trofeo tricolore.