Me

Il misterioso cantante Liberato ha tenuto un concerto a Napoli

L'artista è arrivato via mare a bordo di un gommone, accompagnato da tre sosia: ad attenderlo c'erano 20mila fan

Immagine di copertina

Ieri, 9 maggio 2018, il misterioso cantante Liberato ha tenuto il suo primo spettacolo live, un concerto gratuito sul lungomare di Napoli, alla Rotonda Diaz (Chi è Liberato).

Sotto al palco c’erano migliaia di persone, secondo alcuni addirittura 20mila.

In molti si chiedevano se l’artista avrebbe finalmente rivelato la sua identità, ma non è stato così.

Liberato è arrivato al concerto via mare, trasportato da un gommone, indossando la solita felpa con cappuccio calato a nascondere il volto.

A bordo del gommone c’erano tre sosia vestiti allo stesso modo. Altri tre erano già sul palco ad attenderlo.

Questo è un video dell’arrivo di Liberato, postato su Youtube dall’account Onel:

Ad aprire il concerto sono stati i Nu Guinea, duo funk di origini napoletane ma residenti a Berlino.

Appena salito sul palco, Liberato ha salutato il pubblico in dialetto napoletano: “Uè uè uè ma comm cazz sit bell!”.

Le luci installate sul palco hanno contribuito a mantenere segreta l’identità del rapper.

Lo show è durato poco più di mezz’ora, durante la quale si è esibito nei suoi pezzi più noti.

Al termine del concerto Liberato ha salutato il pubblico con il pugno sinistro alzato.

Qui il video integrale del concerto, pubblicato su Youtube dall’account Raffaele Tranchese:

Sponsor del concerto è stata l’azienda Converse. Il marchio sportivo ha fatto sapere che supporterà anche le prossime esibizioni dell’artista napoletano.

La scelta della data del concerto non è stata casuale.

Il 9 maggio è infatti il titolo della prima canzone del misterioso rapper, pubblicata il 13 febbraio 2017 su YouTube e che ha già raggiunto 9 milioni di visualizzazioni.

Il 2 maggio 2018 era uscito sulla piattaforma video YouTube il nuovo singolo del cantautore napoletano Liberato.

Si chiama INTOSTREET, e segue lo stile tipico del cantante: a metà tra le canzoni trap – sottogenere musicale dell’hip hop recentemente scoppiato – e i testi neomelodici.

Il video della canzone, come tutti i precedenti lavori di Liberato, è stato diretto da Francesco Lettieri, regista delle videoclip di numerosi cantautori indie recentemente in voga (ad esempio, ha diretto il video di Orgasmo,penultimo singolo pubblicato da Calcutta).

In questo articolo abbiamo raccolto tutte le informazioni che finora si sanno di lui.

Stando alle sue rare dichiarazioni, Liberato ha scelto di rimanere nell’ombra per “stare tranquillo” e fare la sua musica senza essere disturbato. Musica che non ha bisogno di essere etichettata.

Liberato, infatti, non si autodefinisce in alcuna maniera: né un rapper, né un cantante neomelodico. “Io tutto questo bisogno di etichettare le cose non ce l’ho. Se sei sincero puoi essere un rapper, un neomelodico, un cantante, quello che vuoi tu”.

Sul cantante misterioso è intervenuto anche lo scrittore napoletano Roberto Saviano, che sulla sua pagina Facebook ha scritto: “Liberato, un altro mistero napoletano. Non m’importa chi sia, ma da giorni mi inietto nei timpani come un tossico Nove Maggio e Tu t’e scurdat’ ‘e me. C’è qualcosa di nuovo e da cui non si torna indietro nella sua musica. Una sorta di evoluzione della traccia neomelodica che si fonde col rap napoletano”.

Campagna regione lazio