Me

Nel Regno Unito è stato proposto di regalare 10mila sterline ai giovani di 25 anni

Secondo la Resolution Foundation, un'ente di ricerca che ha condotto uno studio sulla condizione delle nuove generazioni, questa misura sarebbe necessaria per finanziare in modo equo il Sistema sanitario nazionale e mantenere la coesione sociale

Immagine di copertina
Belga photo Nicolas Maeterlinck

Alla luce di un nuovo rapporto sull’equità intergenerazionale, nel Regno Unito è stato proposto di regalare 10mila sterline ai giovani e ai pensionati maggiormente tassati.

Secondo la Resolution Foundation, un’ente di ricerca che ha condotto lo studio, questa misura sarebbe necessaria per finanziare in modo equo il Sistema sanitario nazionale e mantenere la coesione sociale.

Il presidente della Resolution Foundation, Lord David Willetts, ha dichiarato che il patto tra giovani e anziani si è “rotto”.

Senza un’azione di questo tipo, i giovani saranno “sempre più arrabbiati”, ha detto Willetts.

La Resolution Foundation afferma che il suo obiettivo è quello di migliorare i la condizione economica per le persone con redditi bassi e modesti.

La proposta prevede in articolare:

  • Dare 10mila sterline a tutti i 25enni, attraverso una “tassa sulle entrate vitalizie” che sostituirà la tassa di successione;
  • Rottamare le tasse comunali e sostituirle con una nuova tassa di proprietà rivolta a proprietari di case più lussuose;
  • Usare i proventi della riforma della tassa di proprietà per dimezzare la tassa di bollo per i nuovi acquirenti e aumentare i fondi pubblici per l’assistenza sociale;
  • Rendere i guadagni delle persone giunte oltre l’età pensionabile statale soggetti a contributi di assicurazione nazionale.

Lord Willetts, che è stato in passato ministro dell’Università del governo di David Cameron, ha affermato che i giovani sono stati esclusi dal mercato immobiliare e che gli anziani sono preoccupati per le esigenze dell’assistenza sanitaria.

Secondo il rapporto della Fondazione, tutti i giovani dovrebbero ricevere 10mila sterline una volta giunti all’età di 25 anni, in modo tale da potersi pagare un deposito per una casa, avviare un’impresa o migliorare la propria istruzione o le proprie competenze.

Il rapporto propone che questo denaro venga raccolto abolendo in particolare la tassa di successione e sostituendola con un’altra imposta

“Abbiamo un problema molto serio nel garantire che ci sia un accordo equo tra le generazioni”, ha detto alla Bbc Lord Willetts.

“Le persone anziane sono preoccupate perché il sistema sanitario non è adeguatamente finanziato, le persone nella mezza età non sono ancora messe nelle condizioni di acquistare una casa propria, e per i più giovani la paga è più bassa rispetto a 10 o 15 anni fa”.

Il rapporto richiede la demolizione del sistema fiscale comunale, sostituendolo con una nuova tassa di proprietà che raccoglierà più denaro dai proprietari di case più ricchi.

Il ricavato sarebbe utilizzato per dimezzare l’imposta di bollo per i nuovi acquirenti di immobili.

Secondo lo studio, i “Millennial”, i nati tra il 1981 e il 2000 hanno la metà delle probabilità rispetto a quelle che avevano i nati tra il 1946 e il 1965 di possedere una casa entro i 30 anni e i giovani guadagnano oggi meno rispetto alla generazione precedente alla stessa età.

Leggi anche: I millennials temono il sesso e perdono tardi la verginità: uno studio rivela il motivo