Me
Google ha creato una funzione che scrive le email per noi
Condividi su:
google autocompletamento scrittura gmail
Credit: www.quotecatalog.com

Google ha creato una funzione che scrive le email per noi

Nel corso del Google I/O 2018, la conferenza annuale tenuta dall'azienda statunitense a San Francisco e incentrata sullo sviluppo di applicazioni web e mobili attraverso Google, è stata presentata Smart Compose

21 Mag. 2018
google autocompletamento scrittura gmail
Credit: www.quotecatalog.com

Nel corso del Google I/O 2018, la conferenza annuale tenuta dall’azienda statunitense a San Francisco e incentrata sullo sviluppo di applicazioni web e mobili attraverso Google, è stata presentata Smart Compose.

Si tratta di una nuova funzione che promette di fare risparmiare tempo e fatica nella scrittura, soprattutto delle email.

La nuova modalità di scrittura riguarda, infatti, un nuovo e metodo di autocompletamento delle frasi all’interno del servizio di posta elettronica Gmail.

Smart Compose per ora dovrebbe funzionare solo in inglese, ma è probabile che presto verrà sviluppata anche in altre lingue, tra cui l’italiano.

La funzionalità rappresenta un’evoluzione molto avanzata del sistema di completamento automatico delle frasi, già presente nella tastiera Gboard, quella creata da Google.

L’intelligenza artificiale del colosso della Mountain View, è in grado di capire il contesto dell’email che si sta scrivendo, riconoscendo il destinatario e suggerendo indirizzi oppure orari per gli appuntamenti.

Per fare un esempio, appena viene scelto il destinatario, Smart Compose suggerisce una frase informale per iniziare il messaggio, visibile in colore grigio chiaro.

Se l’utente vuole accettarlo, deve semplicemente schiacciare il tasto “tab” sulla tastiera e l’autocompletamento si occuperà di finire la frase.

Successivamente, la stessa funzione è in grado di raccomandare l’orario giusto per l’appuntamento proposto, integrandosi probabilmente con la funzione Google Calendar, e di digitare l’indirizzo del luogo dove vedersi.

Un meccanismo del genere potrebbe fare molto comodo in varie situazioni, sia per utenti privati che, soprattutto, in ufficio.

Per adesso, Smart Compose verrà attivata per gli utenti statunitensi entro la primavera del 2018, mentre per sapere se l’attivazione riguarderà anche altri mercati ed altre lingue ci sarà ancora da aspettare.

Questa gif mostra come funziona Smart Compose, la nuova funzione di scrittura di Gmail:

Leggi anche: Android P, Google pronto a lanciare il sistema operativo con l’aggiornamento più innovativo di sempre

Leggi anche: Ogni ricerca su Google genera 0,2 grammi di emissioni di CO2

Leggi anche: Google Maps, 12 funzioni estremamente utili che non tutti conoscono

Photocredit: www.quotecatalog.com

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus