Me
Alex Ferguson è uscito dal coma dopo l’emorragia celebrale
Condividi su:
Alex Ferguson malore emorragia cerebrale
L'ex allenatore del Manchester United Sir Alex Ferguson

Alex Ferguson è uscito dal coma dopo l’emorragia celebrale

L'ex allenatore del Manchester United, che ha accusato un malore nella mattina del 5 maggio, è uscito dal coma

08 Mag. 2018
Alex Ferguson malore emorragia cerebrale
L'ex allenatore del Manchester United Sir Alex Ferguson

La mattina dell’8 maggio 2018 Alex Ferguson è uscito finalmente dal coma dopo l’operazione subita a seguito dell’emorragia cerebrale che lo ha colpito il 5 maggio scorso.

Il manager scozzese, 76 anni, si è seduto e ha parlato con familiari e alcuni amici che si sono intrattenuti con lui per qualche minuto.

Come sempre, al suo fianco c’era la moglie Cathy, che  ha sposato nel 1967.

I medici si dicono soddisfatti del decorso post-operatorio e si respira un cauto ottimismo per un totale recupero.

In questi giorni si era registrato un grande tributo d’affetto verso il più titolato manager del calcio britannico.

Il mondo del calcio è rimasto con il fiato sospeso per giorni per Sir Alex Ferguson. L’ex storico allenatore del Manchester United è infatti stato operato d’urgenza per un’emorragia cerebrale il 5 maggio 2018.

Il tecnico scozzese è stato ricoverato dopo aver avvertito un malore nella sua casa del Cheshire verso le nove di mattina. Prima è stato trasportato nell’ospedale del distretto di Macclesfield e successivamente trasferito, con scorta di polizia, al Salford Royal.

La notizia è stata data dal Manchester United attraverso una nota apparsa sul sito del club: “Sir Alex – si legge – è stato operato d’urgenza oggi per una emorragia cerebrale. La procedura è andata molto bene, ma avrà bisogno di un periodo di cure intensive per completare il suo recupero. La sua famiglia ha chiesto il rispetto della privacy”.

 

Ferguson, 76 anni, ha lasciato la guida del Manchester United e il calcio giocato nel 2013 dopo 26 anni alla guida dei Red Devils con i quali ha vinto tantissimo: 13 Premier, 5 Coppe d’Inghilterra, 4 Coppe di Lega, 2 Champions League, 1 Coppa delle Coppe, 1 Mondiale per club, 1 Supercoppa Uefa, una Coppa Intercontinentale, 10 Community Shield. Numeri incredibili che raccontano di una storia unica nel panorama del calcio mondiale.

Uno dei primi a mandare un pensiero al grande allenatore è stato uno dei suo pupilli: David Beckham. L’ex centrocampista e capitano del Manchester United ha postato una foto su Instagram quando da ragazzo ha firmato per i Red Devils: “Combatti boss, preghiere e affetto per Cathy e per l’intera famiglia”.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus