Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Siria, raid russo nel nord-ovest del paese: almeno 6 morti a Idlib

Secondo il responsabile dei Caschi Bianchi nel mirino degli aerei russi sono finiti i villaggi di El-Nukayyer e Oreynibe, non lontano dalla città di Khan Sheikoun

Immagine di copertina
Credit:Enes Diyab / Anadolu Agency

Almeno sei persone sono morte e 10 sono rimaste ferite a causa di un raid aereo russo condotto nella provincia di Idlib, nel nord-ovest della Siria, una delle zone ancora sotto il controllo dei gruppi anti-governativi islamisti. Qui il nostro speciale sulla guerra in Siria.

A darne notizia sono i caschi bianchi, gli uomini e le donne della Siryan Civil Defence, un’organizzazione fondata nel 2013 per aiutare le vittime del conflitto siriano.

Secondo il responsabile del gruppo nel mirino degli aerei sono finiti i villaggi di El-Nukayyer e Oreynibe, non lontano dalla città di Khan Sheikoun.

In base alle testimonianze raccolte dai Caschi Bianchi, i raid sarebbero stati eseguiti da jet russi.

Da alcuni giorni l’aviazione russa ha ripreso i raid sul fronte nord-occidentale, e due giorni fa un cacciabombardiere Su-30 è precipitato in mare per un guasto tecnico. Fonti vicine all’opposizione siriana temono che i raid siano il preludio di una offensiva di terra, come nella periferia di Damasco due mesi fa.

Questi sono i suoni che i bambini non dovrebbero mai ascoltare in una scuola: l’audio