Me
In India un uomo è stato sbranato da un orso dopo aver provato a scattarsi un selfie con lui | Video
Condividi su:
india sbranato orso selfie
Un fotogramma del video della lotta tra l'uomo e l'orso. Credit: YouTube

In India un uomo è stato sbranato da un orso dopo aver provato a scattarsi un selfie con lui | Video

L'uomo stava tornando da una festa di nozze e, vedendo un orso ferito sul ciglio della strada, ha pensato di scattarsi un selfie con l'animale

05 Mag. 2018
india sbranato orso selfie
Un fotogramma del video della lotta tra l'uomo e l'orso. Credit: YouTube

Il 2 maggio 2018 un uomo è stato sbranato da un orso dopo aver provato a scattarsi un selfie con lui. È accaduto nella parte orientale dell’India, e precisamente nel distretto di Nabarangpur, dello Stato di Orissa.

L’uomo si chiamava Prabhu Bhatara e, secondo il ranger locale Dhanurjaya Mohapatra, “è morto sul colpo”. Bhatara si trovava a bordo di un suv con alcuni amici, di ritorno da una festa di nozze, quando si è fermato sul ciglio della strada per fare pipì.

Lì ha trovato un orso ferito, e ha pensato di mettersi in posa accanto all’animale per scattarsi un selfie. Non appena si è avvicinato, però, l’orso l’ha attaccato, sotto gli occhi sconcertati e impotenti dei presenti e degli amici, che gli avevano consigliato di lasciar perdere.

La lotta tra l’uomo e l’orso, durata qualche minuto, è stata ripresa da alcuni passanti che si trovavano sul posto. Uno dei video realizzati è stato successivamente pubblicato e diffuso dai media.

Il video dura circa due minuti e mostra l’orso che attacca e comincia a sbranare Bhatara. L’uomo, pur tentando di liberarsi dalla morsa, e nonostante l’intervento di un cane randagio che ha morso l’orso, non ha potuto nulla contro l’animale.

Il ranger locale Dhanurjaya Mohapatra ha dichiarato che attualmente l’orso è in cura per le sue ferite.

Il video girato da uno dei passanti. ATTENZIONE, IMMAGINI FORTI. 

Il problema dell’India con i selfie

L’India ha avuto il più alto tasso di morti legate ai selfie.

Nel giro di due anni, tra marzo 2014 e settembre 2016, circa il 60 per cento dei decessi sono avvenuti a causa di selfie “pericolosi”, secondo quanto riporta la rivista britannica Independent.

| Due neri sono stati pesantemente umiliati in un selfie a Tel Aviv |

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus