Me
Guasto sulle montagne russe: 64 persone restano a testa in giù a trenta metri di altezza
Condividi su:
montagne russe Giappone video

Guasto sulle montagne russe: 64 persone restano a testa in giù a trenta metri di altezza

In Giappone, durante un giro sulle montagne russe, 64 persone si sono ritrovate a testa in giù per due ore a causa di un guasto. Ecco il video:

02 Mag. 2018
montagne russe Giappone video

In Giappone durante una corsa sulle montagne russe del parco Universal Studios Japan 64 persone sono rimaste a testa in giù a trenta metri di altezza per quasi due ore a causa di un guasto.

Secondo quanto riporta The Japan Times, non ci sono stati feriti.

L’incidente è avvenuto martedì 2 maggio alle 16.45 ore locali presso gli Universal Studios Japan di Osaka.

64 passeggeri erano saliti sulle montagne russe del “Flying Dinosaur“, ispirato alla serie cinematografica Jurassic Park, quando due carrozze si sono improvvisamente bloccate sottosopra a circa 30 metri di altezza.

Le montagne russe del parco sono state costruite nel 2016 e le carrozze si muovono su un percorso lungo 1.120 metri, con un’altezza massima di 37 metri dal suolo.

Durante la corsa il personale degli Studios si era accorto dell’anomalia grazie a un dispositivo collegato al motore che regola la corsa sulle rotaie.

A quel punto insieme al resto del personale della struttura ha attivato il meccanismo di sicurezza che ha interrotto immediatamente la corsa dei vagoni sulle rotaie.

Il personale di sicurezza è intervenuto per riportare i passeggeri a terra,  l’ultimo a essere recuperato è rimasto per due ore a testa in giù.

Il parco era particolarmente affollato a causa della Golden Week, la settimana in cui in Giappone si celebrano il compleanno dell’Imperatore Hirohito (29 aprile), la Festa della Costituzione (3 maggio), Festa del verde (4 maggio) e Festa dei bambini (5 maggio).

Le montagne russe dopo il guasto sono state rimesse in funzione alle 19 ore locali.

I responsabili degli Studios hanno comunicato che “la sospensione delle montagne russe è il risultato dell’importanza della sicurezza”.

Queste montagne russe avevano avuto dei problemi simili nei mesi di agosto e settembre 2017.

Qui il video dei passeggeri sospesi a testa in giù sulle montagne russe

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus