Me
Perché Kim Jong-un si è portato dietro la sua toilette personale al summit con la Corea del Sud
Condividi su:
kim jong un toilet
Ogni volta che Kim Jong-un si reca all'estero porta con sé un bagno personale

Perché Kim Jong-un si è portato dietro la sua toilette personale al summit con la Corea del Sud

Si tratta di una abitudine che il leader nordcoreano non abbandona quando si reca all'estero, ma anche durante i viaggi all'interno del paese. Ecco il motivo

27 Apr. 2018
kim jong un toilet
Ogni volta che Kim Jong-un si reca all'estero porta con sé un bagno personale

Oggi, 27 aprile 2018, si è svolto lo storico incontro tra i leader delle due Coree, Kim Jong-un e Moon Jae-in al confine tra i due paesi, all’interno della cosiddetta Zona demilitarizzata di Panmunjom.

“La guerra tra le due Coree è finita”, hanno dichiarato i due leader.

L’ultimo incontro tra i leader delle due Coree era avvenuto più di dieci anni fa, e da allora la capacità nucleare e missilistica di Pyongyang è avanzata enormemente, il che rende complicato un accordo definitivo tra le parti.

Dopo la sanguinosa guerra che durò dal 1950 al 1953, i due paesi non firmarono mai un vero e proprio trattato di pace, limitandosi a un armistizio, il che significa che formalmente le Coree sono ancora in guerra.

Kim Jong-un è stato il primo leader nordcoreano ad attraversare il confine con la Corea del Sud dalla fine della guerra di Corea nel 1953. Kim Jong-un è stato accompagnato dalla moglie Ri Sol-ju, dalla sorella Kim Yo-jong, e da diversi funzionari di alto livello della Corea del Nord.

Tra gli oggetti indispensabili che il leader nordcoreano ha portato con sé vi è anche un bagno. Si tratta di un’abitudine che il leader nordcoreano non abbandona mai ogni volta che si reca all’estero.

Lee Yun-keol, ex membro del Comando di Guardia nordcoreano che nel 2005 fuggi in Corea del Sud, ha dichiarato al Washington Post che il bagno personale ha una specifica funzione: mantenere certe informazioni sul leader private.

“Le escrezioni del capo contengono informazioni sul suo stato di salute, quindi non possono essere lasciate”, ha detto al giornale. Il leader nordcoreano usa il bagno privato durante i viaggi internazionali e, a volte, anche negli eventi in patria.

“Al Nord, i bisogni del bagno del leader sono gestiti dal Comando Escort, che sovrintende alla sicurezza personale del leader e della famiglia Kim”, ha detto una fonte. “Se non usa il bagno come dovrebbe al mattino o se ha bisogno di andarci mentre è in viaggio, interviene un ulteriore protocollo di sicurezza”. Ai membri del suo entourage è severamente proibito usare il bagno del leader.

Cosa è successo durante il summit

“La guerra tra le due Coree è finita”, hanno dichiarato i due leader in una nota congiunta, annunciando la “completa denuclearizzazione della penisola coreana”.

Le delegazioni di Corea del Nord  e Corea del Sud hanno rilasciato una dichiarazione congiunta:  “Non ci sarà più guerra nella penisola coreana e quindi è iniziata una nuova era di pace”, si legge nella nota. I leader dei due paesi, Kim Jong-un e Moon Jae-in hanno accettato di lavorare per la “completa denuclearizzazione della penisola coreana”.

I due paesi si sono impegnati a fare in modo che l’armistizio del 1953 diventi un trattato di pace entro la fine dell’anno. Dopo aver firmato la dichiarazione congiunta Kim e Moon i sono abbracciati calorosamente. Il leader sudcoreano visiterà Pyongyang nell’autunno di quest’anno.

Non ripeteremo gli errori del passato”, ha detto Kim Jong-un. Il leader nordcoreano si è impegnato a “lavorare per gli interessi dei due paesi” e ha aggiunto: “Siamo una stessa famiglia e dobbiamo garantire un futuro di pace alle nostre popolazioni”.

Moon Jae-in, da parte sua, ha lodato “il coraggio e la determinazione” del suo omologo.

“La Cina applaude lo storico traguardo raggiunto dai due leader, ammiriamo il coraggio e la determinazione politica che hanno dimostrato”, ha detto la portavoce del ministro degli Esteri cinese, Hua Chunying durante una conferenza stampa a Pechino.

Pechino “spera sinceramente che questo storico incontro porti risultati positivi” e che sia “l’occasione per aprire un nuovo cammino verso una pace e una stabilità durature nella penisola coreana”, ha detto Hua Chunying.

Secondo quanto emerso, il leader nordcoreano Kim Jong-un ha fatto una battuta al suo omologo sudcoreano che lascia intendere uno stop di Pyongyang nei suoi test nucleari. Parlando dei test missilistici Kim ha detto a Moon: “Ci penserò, per non svegliarti prima”. I media hanno interpretato la battuta come una promessa di interrompere i test nucleari, che solitamente vengono effettuati di prima mattina.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus