Me

Nella lista del Time delle 100 persone più influenti dell’anno ci sono due italiani: chi sono

I due italiani più influenti del 2018 sono Marica Branchesi e Giuliano Testa. Ma perché sono stati inseriti nella lista del Time?

Immagine di copertina
Nella lista del Time delle 100 persone più influenti dell'anno ci sono due italiani: chi sono? Credit: Time

Annualmente il settimanale statunitense Time diffonde la sua lista delle 100 persone più influenti dell’anno. Tra le cento personalità di spicco del 2018, risultano anche due italiani.

Chi sono i due italiani presenti nella lista delle 100 persone più influenti dell’anno redatta da Time?

I due italiani più influenti del 2018 sono Marica Branchesi e Giuliano Testa.

Branchesi è un’astrofisica italiana che ha captato le onde gravitazionali, permettendo l’ascolto del rumore che emettono.

Testa è un chirurgo italiano che ha eseguito con successo il primo trapianto di utero al mondo, operazione che ha permesso alla sua paziente di poter aver figli.

Qualche informazione su Marica Branchesi e Giuliano Testa

L’astrofisica Marica Branchesi

La presentazione sul Time dell’astrofisica Marica Branchesi è stata scritta dallo scrittore e giornalista statunitense Jeffrey Kluger.

“Ci è voluto Albert Einstein per predire l’esistenza delle onde gravitazionali, delle increspature che si verificano nello spazio-tempo quando oggetti come i buchi neri si scontrano. Ci è voluta Marica Branchesi per assicurarsi che esistano le prove di una simile increspatura”, ha scritto Kluger.

Branchesi è un’astrofisica che lavora all’interferometro Virgo, costruito da una collaborazione internazionale per rilevare le onde gravitazionali provenienti dall’universo, e che di trova in Italia.

“Negli Stati Uniti i rilevatori hanno registrato la presenza di onde gravitazionali per tre volte dal 2015, ma solo come increspature fisiche, mai otticamente. Branchesi ha unito il lavoro di astronomi e fisici per fare in modo di captare le onde gravitazionali con i telescopi di tutto il mondo, la prossima volta che fossero state rilevate”.

“Lo scorso agosto il suo lavoro è stato ripagato, quando è stata rilevata una collisione tra due stelle di neutroni. Grazie a lei, 70 telescopi sono entrati in azione, producendo dozzine di articoli scientifici, uno scritto da 3.500 coautori. Il suo nome è stato inserito in ordine alfabetico, un tributo piuttosto modesto per un risultato monumentale”.

Il chirurgo Giuliano Testa

La donna che ha scritto la presentazione di Time del chirurgo Giuliano Testa desidera rimanere anonima. Ha dato alla luce il primo bambino al mondo nato tramite un trapianto di utero negli Stati Uniti.

“Quando ero un’adolescente, mi è stato detto che non sarei mai stata in grado di partorire. Mi era stata diagnosticata la sindrome di Mayer-Rokitansky-Küster-Hauser, o MRKH, il che significa che sono nata senza utero”.

“Poi, nel 2016, ho incontrato il chirurgo Giuliano Testa, esperto di trapianti di reni e fegato presso il Baylor University Medical Center di Dallas”.

“Lui aveva riunito un team di esperti per una sperimentazione clinica innovativa, e io ero una delle 10 donne selezionate per partecipare. Alcuni mesi dopo, avevo un utero trapiantato e funzionante, il primo negli Stati Uniti”.

“L’operazione non è stata facile. Ma durante tutto il percorso, il dottor Testa è stato un pilastro di forza e sicurezza. E quella fiducia era contagiosa”.

“Lo scorso novembre, ho partorito un bel bambino in buona salute. Mentre lo stringevo tra le braccia, ho incrociato lo sguardo del dottor Testa. Aveva lavorato così duramente per far sì che ciò accadesse, non solo per me, ma per i milioni di famiglie alle quali è stato detto che la maternità attraverso la gravidanza è impossibile”.

“È stato l’onore della mia vita essere una piccola parte del suo miracolo”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Chi erano le persone più influenti nel 2017? Se non te lo ricordi clicca qui.