Me

7 modi per uscire sempre vincitori dalle discussioni col partner

Alcuni esperti hanno svelato i metodi e gli atteggiamenti migliori da assumere per uscire bene da un litigio senza compromettere la relazione

Immagine di copertina

Le discussioni fanno parte della vita di coppia, e non c’è modo di sottrarvisi.

È sempre frustrante affrontare un litigio col proprio partner essendo convinti di avere ragione, ma non riuscendo a convincerlo. Sono i frangenti in cui veniamo presi dai peggiori istinti: ci viene voglia di urlare, di andarcene indignati.

Sono reazioni naturali, ma che alla lunga possono condurre a effetti catastrofici e possono compromettere la relazione. Non solo, ma c’è un effetto collaterale altrettanto negativo: sfogando la rabbia che abbiamo in corpo portiamo l’altro a chiudersi, e il nostro desiderio di avere ragione è destinato a restare inappagato.

Ci sono quindi tattiche più efficaci che consentono sia di salvare il rapporto sia di ottenere ciò che più bramiamo: avere ragione.

Alcuni esperti sentiti dal quotidiano Independent hanno descritto i metodi migliori per “avere la meglio” nelle discussioni.

1. Riconoscere che l’aspetto più importante di una discussione è comprendere il punto di vista dell’altro

Secondo la terapeuta matrimoniale Marissa Nelson, l’obiettivo di una discussione è quello di uscirne con un “rinnovato senso di comprensione dei bisogni degli altri”.

Finché tu e il tuo partner litigate solo per il “gusto” di litigare, la discussione non porta da nessuna parte, perché non si apre alcuno spiraglio di comprensione reciproca.

A quel punto, invece di incolpare il partner, concentrati sul problema in questione. E qualunque cosa tu faccia, non criticare la personalità e il carattere del tuo partner; come afferma Nelson, le discussioni non devono mai arrivare a mettere in discussione l’altra persona nei suoi modi di essere più profondi e radicati.

2. Fai domande per capire meglio la prospettiva altrui

Jay Sullivan, l’autore del libro “Simply Said: Communicating Better at Work and Beyond”, afferma che fare domande è un modo infallibile per uscire al meglio da una discussione, poiché ci consente di capire meglio il nostro partner, piuttosto che fare affidamento solo sulla nostra percezione di come lui o lei si stia sentendo in quel momento.

Attraverso le domande l’oggetto iniziale della discussione si trasforma: si comincia a discutere non più sulla questione iniziale, ma su come risolvere i problemi di comprensione reciproca.

3. Usa un linguaggio diretto

Un buon modo di comunicare è fondamentale nelle relazioni e soprattutto nei litigi.

Per garantire che il tuo punto di vista non si smarrisca in una ridda di strepiti e lamentele non correlati tra loro, usa un linguaggio diretto, come suggerisce Susan Pease Gadoua, terapeuta di coppia e co-autrice di “The New I Do, Reshaping Marriage for Sceptics, Realists, and Rebels”.

Per fare questo con successo, devi dire tutta la verità, perché “finché ciascuno non ammette come stanno veramente le cose, non sarà mai possibile risolvere un conflitto”.

Nessuno è in grado di leggerti nel pensiero, nemmeno il tuo partner.

4. Evita di dire “ma” o “comunque” dopo che l’altra persona ha detto la sua

Secondo Sullivan, esce vincitore da un litigio chi evita di usare “ma” e “comunque”, poiché se invece lo fa, comunica all’altra persona che non si sta realmente interessando al suo punto di vista.

Meglio usare “e”, che suona più positivo e può aggiungere nuovi spunti alla conversazione invece che sminuire ciò che l’altro sta dicendo.

“Ti amo ma …” è molto peggio di “Ti amo e …”

5. Controlla il tuo tono di voce e il linguaggio del corpo

Può essere difficile mantenere un controllo sulle tue emozioni, specialmente in una situazione ad alto impatto emotivo. Ma secondo Nelson, il controllo delle emozioni è fondamentale uscire vincitori da un litigio, poiché “non si tratta solo di ciò che dici ma di come lo dici”.

Per mantenere il controllo su te stesso, fai respiri lenti e profondi.

Campagna regione lazio

6. Ascolta, non cercare di persuadere

Fare domande che iniziano con “perché”, “cosa” e “come” è molto importante, secondo Sullivan, in quanto costringe l’altra persona a parlare e tu ad ascoltare. E poiché l’obiettivo è trasformare il litigio in una discussione produttiva, è necessario ascoltare e comprendere l’altra persona prima che una soluzione possa essere raggiunta.

Dopo tutto, i conflitti sono in genere risolti con il dialogo, mentre “se in un litigio l’obiettivo è vincere, molto spesso ne escono fuori due perdenti”.

7. Se dici qualcosa di sbagliato, chiedi scusa

“Mi dispiace che tu ti senta in questo modo” non suona come una scusa genuina.

Far capire che si è realmente responsabili delle cose che si dicono o si fanno è importante e dimostra all’altra parte che si sta prendendo seriamente la questione.

Se hai qualcosa di cui scusarti, è meglio dire con il linguaggio appropriato e con serenità che ti dispiace.

E non preoccuparti se tu e il tuo partner discutete. Secondo uno studio condotto dall’Università del Michigan, infatti, litigare può essere positivo per la salute.