Me

Ragazza travolta da un treno a Torino, non si esclude l’ipotesi del suicidio

Secondo gli ultimi aggiornamenti, la tragedia capitata alla ragazza travolta da un treno alla stazione di Porta Susa a Torino, potrebbe non essere stata un incidente

Immagine di copertina
Un treno in transito nella stazione ferroviaria di Torino Porta Susa. Credit: Afp

Una terribile tragedia si è consumata la mattina del 4 aprile 2018 a Torino. Una ragazza di 15 anni è stata travolta da un treno alla stazione di Porta Susa, morendo sul colpo.

Secondo le prime ricostruzioni, la 15enne sarebbe inciampata finendo accidentalmente sui binari. Proprio in quel momento stava passando un treno regionale per Milano, quello che avrebbe dovuto prendere la ragazza.

La 15enne, infatti, ogni mattina prendeva il treno per raggiungere Vercelli, dove ha sede il liceo musicale che frequentava. La morte è avvenuta sotto gli occhi di alcuni compagni di scuola e professori, che come la ragazza dovevano prendere il treno per recarci all’istituto di Vercelli.

La ragazza è stata immediatamente soccorsa ma non c’è stato niente da fare.

“La ragazza era con un gruppo di compagni, era di spalle si è girata all’improvviso quando è arrivato il treno. Forse è stata agganciata, forse è inciampata”, ha detto una delle insegnanti.

Secondo gli ultimi aggiornamenti, però, la tragedia capitata alla ragazza potrebbe non essere un incidente.

Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, infatti, non si esclude il gesto volontario.

Dalle immagini di video sorveglianza acquisite dalla polizia ferroviaria, si vede come lo zaino della giovane non sia rimasto agganciato al convoglio, la ragazza non sia scivolata e la banchina non fosse eccessivamente affollata.

Inoltre, nel corso del sopralluogo a casa della giovane, secondo alcune fonti di stampa gli agenti avrebbero scoperto il diario su cui l’adolescente, che era figlia unica e avrebbe voluto diventare una soprano, parlava del disagio che viveva con il proprio corpo.