Me

Loro, il nuovo film di Paolo Sorrentino su Silvio Berlusconi

È uscito il teaser ufficiale del nuovo film del regista napoletano premio Oscar Paolo Sorrentino, dedicato a Silvio Berlusconi

Immagine di copertina

“Ti aspettavi di poter essere l’uomo più ricco del paese, fare il premier, e che tutti ti amassero alla follia?”. “Sì, mi aspettavo questo”, risponde Toni Servillo, che interpreta Silvio Berlusconi.

A dieci anni dall’uscita nelle sale del film Il Divo, capolavoro cinematografico su Giulio Andreotti, il regista napoletano torna a raccontare un altro leader politico, con buona probabilità il più discusso in Italia negli ultimi venticinque anni: Silvio Berlusconi. Il film si chiama Loro.

La prima citazione nei trenta secondi del teaser delinea il personaggio del Cavaliere: la sua inarrestabile ambizione per il successo e il suo volere essere apprezzato da tutti.

Anche le prime immagini dell’anticipazione suggeriscono quale sia il taglio scelto dal regista premio Oscar de “La Grande Bellezza”: feste, ragazze seminude, sesso, la moglie Veronica Lario abbandonata e Dudù, il barboncino bianco dell’ex premier e della compagna Francesca Pascale.

Nel cast l’immancabile attore Toni Servillo, protagonista della gran parte dei film di Sorrentino, Elena Sofia Ricci nella parte dell’ex moglie di Berlusconi Veronica Lario, Riccardo Scamarcio che interpreta Gianpaolo Tarantini, l’imprenditore barese che portava le escort ai festini nella villa di Arcore e Ricky Memphis nei panni di Stefano Ricucci.

Quando esce in Italia (leggi l’articolo completo)

“Loro” è diviso in due capitoli (ciascuna della durata di due ore circa): Loro 1 e Loro 2. La prima parte, Loro 1, uscirà nei cinema italiani martedì 24 aprile 2018. La seconda parte, Loro 2,  uscirà il 10 maggio.

In un’intervista alla Bbc dello scorso ottobre il regista Paolo Sorrentino ha raccontato perché ha voluto girare un film intorno alla figura di Silvio Berlusconi: “il mondo ha un’idea di Berlusconi come persona molto semplice, ma studiandolo ho capito che è molto più complicato. Vorrei provare a descrivere questo personaggio complesso. Sono interessato all’uomo che sta dietro il politico. Non sono interessato agli aspetti politici”.