Me

Quando Fabrizio Frizzi doppiò Woody, il cowboy di Toy Story

Ambientato in camerette di bambini affollate da soldatini, bambole, lavagne magiche e dinosauri: il ricordo di Toy Story, per un'intera generazione, è legato indissolubilmente alla voce di Fabrizio Frizzi che aveva doppiato il cowboy Woody

Immagine di copertina
Quando Fabrizio Frizzi doppiò Woody, il cowboy di Toy Story.

Fabrizio Frizzi è morto lunedì 26 marzo all’età di 60 anni, a causa di un’emorragia cerebrale. Il celebre conduttore televisivo era anche noto per un’attività trasversale ma indimenticabile della sua carriera: il doppiaggio.

La voce di Frizzi infatti rimarrà legata indelebilmente al cowboy Woody, uno dei protagonista del film Toy Story, primo della lunga serie di film di animazione targati Pixar.

Fabrizio Frizzi fu scelto nel 1995 per prestare la sua voce alla versione italiana di Woody, il giocattolo che cercava disperatamente di riacquistare l’affetto del suo padroncino Andy messo in crisi dall’arrivo del nuovo eroe spaziale Buzz Lightyear.

Ambientato in camerette di bambini affollate da soldatini, bambole, lavagne magiche e dinosauri, il ricordo di Toy Story, per un’intera generazione è legato indissolubilmente alla voce del celebre conduttore romano che si era rivelato credibile per quell’occasione nei panni del simpatico cowboy.

Fabrizio Frizzi per l’occasione cantò anche il tema principale “Un amico in me” insieme a Riccardo Cocciante e il film divenne un classico dell’animazione dando il via ad una trilogia segnata dal successo internazionale, e, in Italia, sempre con la voce di Fabrizio Frizzi in prima fila.

 

L’ultimo film della saga, Toy Story 3, è uscito nel 2010 e l’intera trilogia aveva incassato oltre 1 miliardo e 970 milioni di dollari, rimanendo impressa nei ricordi di intere generazioni di bambini e adulti anche grazie alla voce di Fabrizio Frizzi.