Me

Foggia, arrestato mediatore culturale per affiliazione all’Isis

In manette un 58enne egiziano con cittadinanza italiana: teneva lezioni di religione ai bambini nel centro culturale islamico

Immagine di copertina
La sede del centro culturale è stata posta sotto sequestro. Credit_ Getty Images

La Digos della Questura di Bari e di Foggia ha arrestato il 27 marzo 2018 a Foggia un cittadino di origine egiziana, con la cittadinanza italiana, presidente dell’associazione culturale “Al Dawa”, con l’accusa di partecipazione all’associazione terroristica Isis e apologia del terrorismo aggravata dall’uso di mezzi informatici.

L’uomo, 58 anni, sposato con una donna italiana, teneva lezioni di religione ai bambini nel centro culturale islamico di Foggia.

L’indagine, denominata ‘Bad Teacher’, è coordinata dalla Procura Distrettuale di Bari in collaborazione con la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione. La Polizia di Stato ha inoltre eseguito tre perquisizioni personali e domiciliari.

La Guardia di Finanza di Bari ha proceduto al sequestro preventivo della sede dell’associazione, oltre ai conti correnti dell’arrestato.