Me

Papa Francesco, 15 curiosità che forse non conoscete

Nel quinto anno del Papato di Bergoglio, abbiamo elencato quindici fatti poco noti sulla figura del Santo Padre

Immagine di copertina
Papa Francesco in visita in Colombia con un copricapo tipico. Credit: Colombia Presidency Press Office

Sono passati 5 anni da quando, il 13 marzo 2013, Jorge Mario Bergoglio, figlio di immigrati italiani in Argentina, divenne Pontefice della Chiesa cattolica prendendo il nome, per primo nella storia, di Francesco.

La sera dell’elezione, il nuovo Papa, affacciato su una piazza San Pietro gremita, scherzò dicendo che i suoi colleghi cardinali avevano scelto come capo della Chiesa un uomo che veniva “dalla fine del mondo”.

Sono molte le curiosità che riguardano Francesco, certamente un Papa poco convenzionale. Eccone 15:

– Ama molto il tè, con una predilezione per una varietà argentina che si fa inviare direttamente dal suo paese di origine.

– Soffre di sciatica e per 40 anni ha visto uno psicoanalista per, a suo dire, “chiarire alcune cose”.

– Il suo film preferito è “La Strada” di Federico Fellini, seguito a ruota da “Roma, città aperta” e “La festa di Babette”.

– Nel 2016 nominò cardinale il reverendo Ernest Simoni, un prete albanese torturato e imprigionato durante il dominio comunista in Albania, che aveva fatto commuovere il Papa durante il racconto delle sua storia in un incontro avvenuto a Tirana nel 2014.

– Quando, nel 2017, incontrò i rifugiati Rohingya del Myanmar, si rivolse a loro dicendogli che “la presenza di Dio oggi è anche chiamata Rohingya“.

– A settembre del 2015 invitò caldamente il Congresso degli Stati Uniti a riscoprire gli ideali dell’America intervenendo sul cambiamento climatico, l’immigrazione e la riduzione della povertà.

– Dopo la sua elezione a Papa, Francesco andò a saldare di persona il conto lasciato al residence romano che lo ospitava.

– In visita nella Repubblica Centrafricana, invitò l’imam di Bangui a unirsi a lui nella sua papa-mobile per fare insieme un giro nella capitale, in segno di convivenza tra cristiani e musulmani.

– A gennaio 2018 sposò in volo, ad una quota di 35mila piedi, due assistenti di volo cileni che a causa di un terremoto si erano visti cancellare il loro matrimonio.

– Nonostante Francesco non ami molto i selfie, acconsente di posare per gli autoscatti quando a chiederglielo è un bambino.

– Non vede la televisione dal 15 giugno 1990, quando ha fatto un fioretto alla Vergine Maria di non accenderla più.

– Appassionato dei quadri di Caravaggio e Chagall, è un amante della musica di Mozart e Bach, mentre i suoi riferimenti letterari preferiti vanno da Dostoevskij a Borges.

– Si alza dal letto alle 4:30 del mattino, fa una siesta dopo pranzo e si addormenta alle 10 di sera.

– Nei suoi viaggi porta sempre con se in una cartellina nera un libro di preghiere, il rasoio e il breviario.

– Va a scaldarsi il pranzo nel forno a microonde della sala da pranzo del Vaticano.