Me

La Francia vuole fare causa ad Apple e Google per “pratiche commerciali scorrette”

Il ministro dell'economia e delle finanze francese, Bruno Le Maire, ha denunciato il comportamento delle multinazionali statunitensi. L'intento è quello di difendere l'imprenditoria digitale francese, contro gli abusi dei colossi del settore

Immagine di copertina
Photo: Christoph Dernbach/dpa

Il ministro dell’economia e delle finanze francese, Bruno Le Maire, ha detto che la Francia potrebbe citare in giudizio Apple e Google per “pratiche commerciali scorrette”.

In un’intervista rilasciata alla radio RTL il 14 marzo, Le Maire ha denunciato il comportamento delle multinazionali statunitensi attive nel settore digitale tenuto nei confronti delle start-up francesi.

“Io credo in un’economia fondata sulla giustizia e porterò Google e Apple davanti alla Corte Commerciale di Parigi per pratiche commerciali sleali” nei confronti delle start-up francesi, ha detto.

Il ministro ha preso di mira anche gli altri giganti del web, citando Amazon e Facebook.

L’intento di Le Maire è quello di difendere l’imprenditoria digitale francese, contro gli abusi dei colossi del settore.

“Quando gli sviluppatori vogliono vendere la loro app a Google o Apple, sono tassati. Google e Apple recuperano i dati e possono modificare unilateralmente i contratti con gli sviluppatori. Tutto ciò è inaccettabile”, ha aggiunto il ministro dell’esecutivo guidato da Emmanuel Macron.