Me

L’evoluzione del concetto di bellezza in un video di 2 minuti

Dalla statuetta paleolitica della venere di Willendorf alla rapper trinidadiana e naturalizzata Nicki Minaj, passando per i nudi di Pablo Picassi: il video segue tutte le tappe della storia, dal 28000 a.C. al 2018 d.C.

Immagine di copertina
Un fotogramma del cortometraggio "What is Beauty?" Credit: Vimeo

“Cos’è la bellezza? Guarda quanto spesso cambia la sua definizione. Rifletti sugli ideali che ci vengono imposti e quanto velocemente essi cambiano, perché non esiste un modello standard di bellezza, quindi lasciateci celebrare la diversità dei corpi femminili”.

È il messaggio che compare alla fine del breve video che ripercorre le figure emblematiche della bellezza femminile nel corso della storia.

“What is Beauty?” è un cortometraggio animato firmato dalla regista di video d’animazione britannica Anna Ginsburg, commissionatole dalla CNN, che intende illustrare in che modo si è evoluto il concetto di bellezza del corpo femminile negli ultimi 30mila anni circa.

Dalla statuetta paleolitica della venere di Willendorf alla rapper trinidadiana e naturalizzata Nicki Minaj, passando per i nudi di Pablo Picassi: il video segue tutte le tappe della storia, dal 28000 a.C. al 2018 d.C., ognuna caratterizzata da un nuovo standard di bellezza, differente da quello precedente.

Lo scopo del cortometraggio è quello di mettere in luce la pressione sotto la quale vivono le donne, che devono sottostare ai concetti idealizzati di bellezza e di perfezione imposti dalla società.

Ogni corpo è diverso, e ogni corpo femminile va celebrato per quello che è nella sua bellezza naturale.

Ecco il video del cortometraggio “What is Beauty?”, firmato Anna Ginsburg:

Le figure femminili citate nel cortometraggio “What is Beauty?”:

Venere di Willendorf: 28000 – 25000 a.C.

Scultura egiziana predinastica: 6000 – 3100 a.C.

Venere di Gagarino, scultura russa preistorica: 21000 – 20000 a.C.

Grande Madre, anziana scultura sarda: 4000 – 3000 a.C.

Età del bronzo, scultura cicladica: 2300 – 2000 a.C.

Antico Egitto, scultura di Badari: 4000 – 3100 a.C.

Antica scultura siriana: 1950 – 1750 a.C.

Venere di Milo e scultura dell’antica Grecia: 800 – 100 a.C.

Scultura indiana, Tempio di Khajuraho: 950 – 1050 d.C.

Le bagnanti, Pierre-Auguste Renoir: 1918 d.C.

Le tre grazie, Pierre Paul Rubens: 1635 d.C.

La danza I, Henri Matisse: 1909 d.C.

Campagna regione lazio

Nudo Blu II, Henri Matisse: 1952 d.C.

Grande nudo disteso, Amedeo Modigliani: 1919 d.C.

Nudo disteso visto da dietro, Amedeo Modigliani: 1917 d.C.

Nudo addormentato (Marie-Thérèse Walter), Pablo Picasso: 1932 d.C.

Nudo disteso e uomo con una maschera, Pablo Picasso: 1969 d.C.

Nudo, Pablo Picasso: 1969 d.C.

Ritratto di una signora, Michiel (Jansz.) van Mierevelt: 1628 d.C.

Ragazze emancipate: anni Venti (1920 – 1929 d.C.)

Marilyn Monroe, Quando la moglie è in vacanza: 1955 d.C.

Twiggy: 1967 d.C.

Madonna: 1990 d.C.

Pamela Anderson: 1992 d.C.

Grace Jones: 1978/85/86 d.C.

Le topmodel di Versace: 1994 d.C.

Kim Kardashian: 2014 d.C.

Miley Cyrus: 2015 d.C.

Kylie Jenner: 2017 d.C.

Nicki Minaj: 2017 d.C.

La sessualità cruda e grottesca del corpo femminile in una serie di foto disturbanti | Mostrare la propria cellulite per celebrare la bellezza femminile | Venti bellissime foto di nudi artistici che raccontano la sensualità femminile

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook