Me

Westminster: sostanza sospetta in un pacco, ma è falso allarme

La polizia britannica ha ricevuto una chiamata dal parlamento di Londra per un pacco sospetto: due persone sono state portate all'ospedale per precauzione, ma le analisi hanno dimostrato che la sostanza era innocua

Immagine di copertina
La sede del parlamento britannico.

Oggi, lunedì 12 marzo 2018, la polizia britannica ha ricevuto una chiamata da Westminster, sede del Parlamento del Regno Unito, per esaminare un pacco contenente una sostanza sospetta che era stato recapitato a un parlamentare.

Due persone, un uomo e una donna, sono state portate per precauzione all’ospedale. Nel giro di poche ore la sostanza è stata giudicata “non pericolosa”.

Un parlamentare conservatore ha dichiarato che il pacco sospetto era destinato a  Mohammad Yasin, un parlamentare musulmano del Partito laburista.

Né il governo, né la polizia metropolitana né il Partito laburista hanno commentato la notizia.

Le forze dell’ordine hanno riferito di essere state chiamate alle 12.58 (ora di Londra) per esaminare un pacco sospetto.

Poco dopo la chiamata una portavoce parlamentare ha dichiarato: “Siamo a conoscenza di una potenziale situazione che coinvolge una sostanza sospetta e che la polizia metropolitana sta indagando”.

“Non c’è stata alcuna evacuazione, ma l’area interessata è stata isolata”, ha aggiunto.

Le indagini si sono concentrate sugli edifici parlamentari Norman Shaw Buildings, nel complesso di Westminster, dove molti legislatori hanno i loro uffici.

Intorno alle 16 (ora di Londra), una portavoce del Parlamento ha dichiarato che la “sostanza sospetta è stata indagata dalla polizia di Met e non è risultata pericolosa”.

Il mese scorso la polizia aveva indagato su una polvere bianca inviata a un ufficio del parlamento, ma, anche in quel caso, in seguito la sostanza fu giudicata innocuo.