Me
Come funziona il primo gel contraccettivo maschile
Condividi su:
contraccettivo
Come funziona il primo gel contraccettivo maschile? Credit: Afp JOUBERT / BSIP

Come funziona il primo gel contraccettivo maschile

Preservativi e vasectomia sono gli unici metodi contraccettivi accessibili agli uomini, e non sono molto apprezzati. Forse un gel può essere la soluzione

09 Mar. 2018
contraccettivo
Come funziona il primo gel contraccettivo maschile? Credit: Afp JOUBERT / BSIP

Il National Institute of Child Health and Human Development statunitense è pronto per iniziare a sperimentare il primo gel contraccettivo studiato appositamente per gli uomini.

Gli esperimenti verranno realizzati a partire da aprile 2018, e continueranno per circa quattro anni.

Quando si parla di contraccezione, se ne parla essenzialmente al femminile, a meno che non si parli del profilattico, dal momento che sul versante maschile l’unica alternativa al preservativo era, fino a questo momento, la vasectomia.

Come funziona il primo gel contraccettivo maschile

Il nuovo gel è composto da due ormoni sintetici: il testosterone e una forma di progestinico chiamato nestorone, che già viene utilizzato per i contraccettivi femminili.

In breve, il nestorone serve a bloccare i livelli di testosterone per evitare che producano spermatozoi, mentre il testosterone serve a normalizzare lo squilibrio ormonale.

Quanto costa acquistare contraccettivi in ItaliaTutto quello che (forse) non vi hanno detto sulla contraccezione | Quali sono i metodi contraccettivi più usati nel mondo

Il gel anticoncezionale deve essere applicato sulle braccia e sulle spalle degli uomini ogni giorno, per permettergli di assorbersi nel loro flusso sanguigno.

Per il momento il metodo si è dimostrato efficace in un primo studio durato sei mesi, durante i quali il numero degli spermatozoi, nell’89 per cento degli uomini, si è ridotto a un milione per millimetro – una quantità molto bassa.

La sperimentazione del primo gel contraccettivo maschile

La sperimentazione vera e propria, prevista per il mese di aprile 2018, coinvolgerà 400 coppie proveniente da paesi diversi: Stati Uniti, Regno Unito, Italia, Svezia, Cile e Kenya.

Gli studiosi prevedono una riduzione degli spermatozoi tale da impedire le gravidanze in quattro mesi, periodo durante il quale le donne dovranno continuare a utilizzare i propri contraccettivi.

Dopo quattro mesi, le coppie inizieranno a utilizzare il gel come unico anticoncezionale per un anno. A questo seguiranno le altre fasi della sperimentazione.

Prima della diffusione del gel sul mercato, dunque, mancano ancora quattro o cinque anni.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus