Me
Serie A, doping: Joao Pedro del Cagliari positivo a un controllo
Condividi su:
doping joao pedro

Serie A, doping: Joao Pedro del Cagliari positivo a un controllo

Il calciatore brasiliano avrebbe assunto l'idroclorotiazide (un diuretico). I test effettuati dopo la partita Cagliari-Sassuolo dell'11 febbraio

09 Mar. 2018
doping joao pedro

In serie A c’è un nuovo caso di doping: Joao Pedro, 26 enne giocatore brasiliano del Cagliari, è risultato positivo ad un controllo. Si tratta del secondo caso nella serie A italiana quest’anno.

Joao Pedro è risultato positivo all’idroclorotiazide (un diuretico), ed è stato sospeso dal tribunale nazionale anti-doping.

I test anti-doping in questione sono due: il primo è successivo alla partita dell’11 febbraio tra Cagliari e Sassuolo, il secondo è stato effettuato una settimana dopo, in seguito al match tra i sardi e il Chievo che si è disputato a Verona.

Al momento il giocatore non ha rilasciato dichiarazioni. Nelle prossime ore sarà necessario chiarire la dinamica che ha portato l’atleta all’assunzione della sostanza e i rischi che corre in termini di squalifica.

Joao Pedro, nel corso di questa stagione, si è affermato come uno dei centrocampisti più affidabili della serie A, un giocatore in grado di abbinare qualità e quantità.

Il brasiliano è stato tra i più costanti della formazione sarda e ha segnato 5 gol.

Un’eventuale squalifica sarebbe sicuramente un duro colpo per il Cagliari, che attualmente è al 15esimo posto in classifica, con soli 4 punti di vantaggio sulla terzultima (il Crotone) e quindi pienamente invischiato nella lotta per non retrocedere.

Quello di Joao Pedro, come detto, è il secondo caso di positività a controlli anti-doping nella serie A 2017-2018.

A settembre infatti è stato trovato positivo il difensore centrale e capitano del Benevento Fabio Lucioni. Il club lo aveva sospeso in via cautelare, Lucioni è poi tornato in campo per 3 partite a dicembre dopo il rinvio a giudizio, ma a gennaio è stato squalificato per un anno.

Una squalifica di quattro anni è stata invece comminata al medico del Benevento, il dottor Walter Giorgione, che aveva ammesso di aver prescritto il farmaco a Lucioni, il quale ha sempre professato la sua buona fede.

Lucioni era risultato positivo al clostebol, un anabolizzante.

Tornando a Joao Pedro, questo è il comunicato diffuso dal Cagliari:

“A seguito di quanto notificato questa mattina dalla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping al giocatore Joao Pedro, il Cagliari Calcio, appresa con stupore la notizia, auspica che venga fatta quanto prima chiarezza sulla vicenda, ponendosi a totale disposizione delle autorità preposte per la pronta risoluzione della questione. La Società ha assoluta fiducia nella buona fede e correttezza del calciatore”.

Qui un video con alcune delle migliori giocate del centrocampista brasiliano del Cagliari Joao Pedro:

 

 

Leggi anche: Nel curling è venuto fuori un caso di doping

Leggi anche: Le prime ammissioni della Russia sul doping degli atleti olimpici

Leggi anche: Più di mille atleti russi sono coinvolti nel programma di doping di stato

Leggi anche: Gli atleti russi non potranno partecipare alla Paralimpiadi per lo scandalo doping

Leggi anche: Maria Sharapova squalificata due anni per uso di doping

Leggi anche: 26 atleti italiani accusati di aver eluso i controlli antidoping

Leggi anche: La fabbrica del doping

 

 

 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus