Me

Ghouta, dentro un ospedale infantile distrutto dai bombardamenti: la video-testimonianza

Le immagini mostrano la struttura prima dei bombardamenti, quando vi nascevano i bambini, e dopo, con gli ambienti distrutti

Immagine di copertina

Dal 18 febbraio 2018, le forze del regime siriano hanno intensificato i bombardamenti nella parte orientale di Ghouta, in Siria, area in mano ai ribelli e che oggi è sotto assedio.

Leggi anche: Ghouta distrutta dalla guerra: le immagini prima e dopo viste dallo spazio

Nella drammatica video-testimonianza realizzata dalla ong Medici Senza Frontiere viene ripreso un ospedale infantile.

Le immagini mostrano la struttura prima dei bombardamenti, quando vi nascevano i bambini, e dopo, con gli ambienti distrutti. Al momento la struttura non è più funzionante.

Di fatto il cessate il fuoco nella Ghouta orientale non è mai partito, attacchi e bombardamenti continuano, ed è salito a 4050 il numero dei feriti e a 770 il quello dei morti.

Tra loro, molti sono donne e bambini. Questi dati arrivano da 10 strutture a cui MSF garantisce un supporto regolare e altre 10 a cui l’organizzazione sta fornendo materiali sanitari di emergenza.

Leggi anche: “Non colpiscono gli ospedali a caso, siamo presi di mira scientemente”: parla un medico di Ghouta

Ma si tratta di una sottostima perché alcuni centri hanno bisogno di tempo per inviare i dati e perché nell’area ci sono anche altre strutture, non supportate da MSF, che hanno assistito feriti di cui non abbiamo i numeri.

Il video: