Me
La storia dietro l’iconica suoneria dei cellulari Nokia
Condividi su:

La storia dietro l’iconica suoneria dei cellulari Nokia

Tutti conoscono i cellulari Nokia e la loro suoneria predefinita, ma non tutti sanno in che modo è nata la melodia che per anni è squillata nelle tasche di milioni di persone

27 Feb. 2018

Ci sono alcune cose degli anni Novanta e dei primi anni Duemila che vengono ricordate con malinconia. Tra queste ci sono senza dubbio i telefoni Nokia, popolarissimi per la loro resistenza, per il loro gioco di punta, Snake, e per la nota suoneria.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Quello che, però, non tutti sanno è che quella stessa suoneria dalle poche note è stata ispirata da una grande opera della musica classica.

Il musicista spagnolo Francisco Tárrega è considerato uno dei più grandi chitarristi classici di tutti i tempi, che si è lasciato alle spalle un’imponente opera di composizioni romantiche quando morì nel 1909.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Ma il suo pezzo musicale più famoso è stato senz’altro un frammento di tre secondi del suo assolo di chitarra del 1902, Gran Vals: tra il secondo 0.12 e il secondo 0.15 del video qui sotto si possono ascoltare le note che hanno poi costituito una delle suonerie più famose al mondo.

Al culmine del successo dei telefoni finlandesi, quel suono iconico squillava circa 1,8 miliardi di volte al giorno dalle tasche e dalle borse degli abitanti di tutto il mondo.

Ma la storia non finisce qui: la melodia del Gran Vals di Tárrega fu tratta a sua volta dal valzer del 1834 di Frédéric Chopin, Grand Valse Brillante.

Gran Vals, di Tárrega, era tra i brani musicali che un ingegnere Nokia e un dirigente del marketing hanno testato per le prime versioni del telefono.

E quando arrivò il momento, nel 1993, di scegliere quali suoni sarebbero stati incorporati nel prodotto finale, ci fu la svolta: Tárrega era morto 84 anni prima, e dunque sulle sue opere non vigeva più il copyright che, per legge, vale anche fino a 70 anni dopo la morte del compositore.

In questo modo il Nokia Tune, grazie all’enorme successo ottenuto da uno dei telefoni cellulari più originali e famosi nell’era antecedente ad Apple, è diventato uno di quei motivetti distintivi che accompagnano le nostre vite.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus