Me
Il commovente elogio funebre scritto dal padre di uno degli studenti uccisi nella sparatoria in Florida
Condividi su:
Credit: Elliot Wagland

Il commovente elogio funebre scritto dal padre di uno degli studenti uccisi nella sparatoria in Florida

"Mi chiamo Max Schachter. Alex è il mio bambino. Farò tutto quanto è in mio potere per assicurarmi che non venga fatto del male a un altro bambino, come è successo lui"

27 Feb. 2018
Credit: Elliot Wagland

Alex Schachter è uno degli studenti morti la scorsa settimana durante una sparatoria alla Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida. Il ragazzo era anche un membro della banda musicale e all’orchestra della scuola.

Mercoledì, in un incontro con i giornalisti, suo padre, Max, ha diffuso il suo discorso pronunciato durante i funerali e ha recitato un poema in versi che il quattordicenne aveva scritto due settimane prima della sua morte.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“Decise di scrivere delle montagne russe perché gli piacevano tanto, non stava scrivendo della sua vita e non aveva idea che il suo poema sarebbe diventato il suo futuro”.

Max Schachter, che ha indetto una raccolta fondi online per creare delle borse di studio in memoria del figlio e supportare i piani statali per la sicurezza nelle scuole, ha anche diffuso l’elogio che ha composto per il funerale del ragazzo, che ha scritto, dice, chiedendosi “come avrebbe fatto il mondo a saperne di più su quanto Alex fosse speciale?”

Ecco il suo discorso per intero.

“Mi chiamo Max Schachter. Alex è il mio bambino. Quando Alex è nato, il 9 luglio 2003, sua madre ed io eravamo felicissimi. Era il ragazzino più carino, curioso e dolce del mondo. Amava giocare con tutti i suoi giocattoli e, naturalmente, con suo fratello maggiore Ryan.

La vita di Alex è cambiata per sempre quando aveva solo 4 anni. La sua mamma, mia moglie Debbie, è morta improvvisamente nel cuore della notte. È stato molto, molto, molto difficile per noi per molto tempo.

Dopo diversi anni, un’altra donna è entrata nella mia vita e sapeva esattamente quello che avevo passato. Anche lei era vedova. Suo marito, Eamon, era deceduto un mese dopo la mia Debbie. Quella donna è Caryn. Ha avuto due bellissime figlie: Morgan e Avery.

Abbiamo deciso di trasferirci a Parkland per cominciare il nostro di nuovo insieme. Alex e Ryan hanno acquistato due sorelle e Morgan e Avery hanno acquistato due fratelli.

All’inizio era difficile unire entrambe le famiglie, ma il tempo stava passando e i bambini stavano crescendo. Le ragazze mi chiamano papà e i ragazzi chiamano mamma Caryn. È stato bellissimo.

Tutti e quattro i bambini sono insieme. Sapevano che erano stati l’uno con l’altro. Avery amava Alex. Era il suo fratello maggiore. Non faceva altro che abbracciarlo.

Avery adorava guardare Alex ed entrambe le ragazze adoravano parlare con Alex del suo cartone preferito Naruto. Sapeva che era il migliore perché c’erano oltre mille episodi.

Anche se Ryan era suo fratello maggiore, non era severo con Alex. Ogni giorno, prima di andare a letto, Alex diceva: “devo andare a dare la buonanotte a Ryan”. E io dicevo: “Dai Alex, devi andare a letto”. Non mi ascoltava. Si intrufolava nella stanza di Ryan per un rapido abbraccio. Alex aveva idolatrato il suo fratello maggiore.

Ci siamo trasferiti a Heron Bay perché tutti hanno detto che Parkland ha le scuole migliori e Alex era molto felice. Aveva così tanti amici nel quartiere con cui giocare. Durante l’estate, Alex aveva frequentato l’Eagles Landing Camp. Avevano una cuccetta tutta per loro e con i suoi amici restavano svegli tutta la notte.

Crescendo, voleva andare a New York con Morgan e Avery. Ma non potevo liberarlo dal programma Night Owls. Si divertiva così tanto ad uscire con i suoi amici, giocare a pallacanestro e nel loro dormitorio e scambiare FatHeads.

Mi ha fatto comprare tanti FatHead – penso che l’Eagles Landing Camp abbia contribuito a mantenere gli affari quella compagnia. Alla fine, l’ho lasciato andare a Camp Echo a New York e lo ha assolutamente amato. Si è fatto molti grandi amici lì.

Ad Alex piaceva passare il tempo con i suoi Bubbe e Zayde e soprattutto gli piacevano le cene nei giorni festivi insieme alla sua famiglia allargata e mangiare il petto di pollo di Bubbe. Ogni Ringraziamento, non vedeva l’ora di andare a Schenectady per andare a trovare i nonni di Morgan e Avery: Grannie e Baba.

C’erano così tanti cugini lì nel loro cortile. Poi andavamo a Long Island per vedere i nonni e festeggiare il pranzo del Ringraziamento. Alex non vedeva l’ora di mangiare il ripieno fatto dalla nonna.

Alla West Glades Middle School, Alex ha iniziato a suonare il trombone e lo faceva davvero bene. Gli piaceva così tanto che durante il settimo e l’ottavo anno, avrebbe guidato la band durante l’esibizione della banda musicale e il trombone nell’intera stagione concertistica.

Il primo anno di liceo è stato per lui un grande shock. La stagione della marching band era davvero dura ed impegnativa e stava anche prendendo lezioni difficili. Penso che gli abbia insegnato molte grandi lezioni di vita.

Ha imparato a gestire il tempo e a lavorare sodo. Ho viaggiato con la band in modo da poter essere più vicino ad Alex – Ho viaggiato con lui quando la band era in tour, ed è stato molto divertente. Sono stato in grado di vederlo fare ciò che amava e ci riusciva.

Il culmine di tutto il duro lavoro di Alex arrivò quando il suo Eagle Regiment Marching Band vinse il campionato statale a Tampa l’anno scorso. E ‘stato un grande successo battere la loro nemesi e questo è qualcosa di cui Alex era davvero molto orgoglioso.

Per la band di Alex – So che non vedeva mai l’ora di esibirsi con voi. Voi quattro ragazzi vi siete divertiti così tanto a suonare e giocare insieme. Dovreste sapere che ha apprezzato ogni minuto del suo tempo con voi. Mi piacerebbe che sappiate che anche se ha avuto solo un’ora per esercitarsi a causa dei suoi compiti e, due ore dopo, suonerebbe di nuovo con voi. Anche se è stato il vostro primo e unico anno insieme, posso assicurarvi che se Alex fosse ancora qui oggi, sareste stati amici per sempre.

Per il gruppo del pranzo – mi ha sempre detto che si è divertito tanto a pranzo con voi quest’anno. Aveva tutti i suoi amici allo stesso tavolo e quest’anno, ha sviluppato molte amicizie anche con nuovi ragazzi. I vostri legami sono diventati più forti ogni giorno e sono così felice che potreste venire tutti per la nostra festa del Super Bowl.

Mi dispiace che non possiate più bere i miei frullati insieme ad Alex, ma potete ancora tornare a divertirvi in suo onore. Mi chiedevate sempre: “Cosa metti in questo frullato? Ha un sapore così buono” “Te lo dirò così, quando siete a casa, potete pensare ad Alex: fragole congelate, mango, mirtilli e latte di cocco. Questo è tutto! Semplice e sano! Si potrebbe bere quella roba a litri a casa mia. Forse quando sarete tutti insieme potreste prepararlo, lo berremo in onore di Alex e lo chiameremo “The Alex Smoothie”.

Domenica ho seppellito Alex nello stesso cimitero di sua madre Debbie, scomparsa 10 anni fa. Oggi, non posso più prendermi cura di lui. Mi dispiace, ma ora sarà Debbie a farlo per me.

Mi sono trasferito a Parkland perché era una piccola comunità idilliaca. Non avrei mai pensato che questo sarebbe successo a me. Non avrei mai pensato che sarebbe successo qui. Ho provato a fare tutto il possibile per essere un buon padre e proteggere Alex.

Perdere il mio prezioso Alex mi ha fatto capire che sono i legislatori a non aver fatto abbastanza per proteggerlo. Farò tutto quanto è in mio potere per assicurarmi che non venga fatto del male a un altro bambino, come è successo al mio.

Ecco perché ho creato una campagna gofundme nel nome di Alex, così possiamo migliorare la sicurezza scolastica e raccogliere fondi per la banda musicale che amava. Spero che serva al prossimo studente, al prossimo fratello, al prossimo Alex.

 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus