Me

Quasi un secolo di storia della Garbatella

Immagine di copertina
Uno scorcio della Garbatella

Sono pochi i quartieri al mondo a conoscere la data precisa della loro fondazione, e la Garbatella, a Roma, è uno di questi. Anche per questo forse ha saputo, in quasi un secolo di storia, custodire più di altri una forte identità.

La data di questo compleanno ce la ricorda una targa situata in piazza Benedetto Brin, uno degli “accessi” al quartiere, in cui è scritto che il 18 febbraio 1920, alla presenza del Re d’Italia Vittorio Emanuele III, venne posta la prima pietra di un nuovo quartiere che sarebbe stato costruito secondo il principio all’epoca in voga e considerato molto innovativo : la Garbatella, appunto.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

I puristi della toponomastica notano come tecnicamente la Garbatella sia parte del quartiere Ostiense, secondo le suddivisioni toponomastiche di Roma. Anche per questo è nata una campagna d’opinione per rendere la Garbatella il XXIII Rione di Roma.

Tra gli anni Venti e Trenta del Novecento la Garbatella ha sviluppato il suo nucleo urbanistico originario, in uno stile architettonico che richiama il barocco del Seicento romano, per questo detto barocchetto. Alla costruzione del quartiere presero parte grandi architetti del tempo, tra cui Gustavo Giovannoni, Mario De Renzi e Innocenzo Sabatini.

In questa zona sono poi nati o vissuti numerosi interpreti e rappresentanti della romanità, come l’attore Maurizio Arena o l’autore di numerosi stornelli romaneschi Alvaro Amici, che hanno contribuito a cementificare l’identità strettamente legata alla romanità di questo quartiere.

Durante la guerra alla Garbatella furono attivi numerosi partigiani, che contribuirono a rendere questo partito popolare un feudo del Partito Comunista Italiano nei decenni successivi.

Sempre dopo la guerra, il quartiere ha fatto da sfondo a numerosi film per via dei suoi suggestivi scorci e delle sue strade tranquille: tra questi è celebre Caro Diario di Nanni Moretti, dove il protagonista, nel corso del suo giro di Roma in motorino, passa anche dalla Garbatella.

Nel video: Nanni Moretti alla Garbatella nel film Caro Diario del 1993