Me
Un aereo con 66 persone a bordo è precipitato in Iran, nessun superstite
Condividi su:

Un aereo con 66 persone a bordo è precipitato in Iran, nessun superstite

Il maltempo ha ostacolato gli sforzi di salvataggio. Negli ultimi anni l'Iran ha subito numerosi incidenti aerei

18 Feb. 2018

Un aereo della Aseman Airlines, in volo da Teheran a Yusuj, in Iran, si è schiantato sui monti Zagros. Nessuna delle 66 persone a bordo è sopravvissuta.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’aereo è scomparso dai radar circa un’ora dopo il decollo. La Mezzaluna Rossa ha inviato sul posto squadre di ricerca e soccorso

A bordo si trovavano 60 passeggeri, due assistenti di volo, il pilota, il copilota e due guardie di sicurezza, secondo quanto dichiarato dalla compagnia aerea.

“Dopo le ricerche nella zona, purtroppo siamo stati informati che l’aereo si è schiantato, tutti coloro che erano a bordo hanno perso la vita”, ha detto il portavoce della compagnia, Mohammad Tabatabai.

Tra le vittime c’era anche un bambino.

Il maltempo ha ostacolato gli sforzi di salvataggio.

Negli ultimi anni l’Iran ha subito numerosi incidenti aerei. La sua flotta di velivoli è obsoleta.

Aseman è la terza compagnia aerea iraniana e l’anno scorso aveva firmato un contratto con Boeing per acquistare 30 dei suoi ultimi 737.

L’ultimo incidente aereo del 2018 si è verificato lo scorso 11 febbraio, quando un aereo si è schiantato dopo aver lasciato l’aeroporto Domodedovo di Mosca, con 71 persone a bordo.

Il 2017 era stato l’anno più sicuro mai registrato per le compagnie aeree, anno in cui nessun incidente aereo ha visto coinvolti i passeggeri.

 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus