Me
Da Lapo Elkann a Chewbecca: il video delle strepitose imitazioni di Pierfrancesco Favino
Condividi su:

Da Lapo Elkann a Chewbecca: il video delle strepitose imitazioni di Pierfrancesco Favino

Il 15 febbraio 2018 Pierfrancesco Favino è stato l'ospite di punta della trasmissione "E poi c'è Cattelan", in cui ha dato il meglio di sé con una serie di esilaranti imitazioni

16 Feb. 2018

Cantanti a parte, chi è uscito assolutamente vincitore della 62esima edizione del Festival di Sanremo è sicuramente Pierfrancesco Favino, co-conduttore insieme alla showgirl svizzera Michelle Hunziker e al direttore artistico Claudio Baglioni.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Favino è riuscito a mettere d’accordo proprio tutti grazie alla sua simpatia e alla sua sensibilità, quest’ultima espressa al meglio durante il monologo contro il razzismo recitato durante l’ultima serata del festival.

Dopo lo strepitoso successo ottenuto durante il festival, Alessandro Cattelan ha deciso di invitare l’attore italiano alla sua trasmissione serale “E poi c’è Cattelan”, in onda su Sky Uno, sfidandolo in una serie di esilaranti imitazioni.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

L’ospitata inizia con le domande di rito sull’esperienza appena terminata.

“Devo ancora dormire da tipo 15 giorni”, ironizza Favino sulla fatica di condurre una trasmissione seguita come il Festival di Sanremo, definendola un’esperienza “fatta per uomini veri, tipo la Hunziker”, dice elogiando scherzosamente la sua collega.

Dopodiché comincia il gioco: Cattelan e Favino si sfidano in una serie di imitazioni di personaggi vari, fingendo di dover ritirare premi di ogni tipo.

Favino veste i panni di Marco Giallini in procinto di ritirare il pallone d’oro, e Cattelan diventa Maccio Capatonda mentre va a ritirare il suo Nobel per la letteratura.

E ancora, Favino imita prima Lapo Elkann come vincitore del Miglior “Fasulin de l’Öc” alla sagra di Pizzighettone, poi Chewbecca, il personaggio di Star Wars, che ritira l’Oscar.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus