Me
Cosa stiamo seguendo | 14 febbraio 2018
Condividi su:
notizie mondo
Cosa stiamo seguendo nel mondo. Illustrazione di Paolo Natale

Cosa stiamo seguendo | 14 febbraio 2018

14 Feb. 2018
notizie mondo
Cosa stiamo seguendo nel mondo. Illustrazione di Paolo Natale

RANGOUN (Birmania) – Nuova audizione per due giornalisti della Reuters che avrebbero messo a rischio “segreti di stato” dopo l’inchiesta sui Rohingya. Rischiano 14 anni di prigione 03H30

BRUXELLES (Belgio) – Incontro  dei Ministri della difesa della NATO (fino al 15)

LONDRA (Regno Unito) – Il ministro degli Esteri Boris Johnson pronuncia un discorso sulla Brexit

ANKARA (Turchia) – Ripresa del processo contro Selahattin Demirtas, leader del principale partito filo-curdo, accusato di appartenere a un’organizzazione terroristica.

BRUXELLES (Belgio) – Conferenza stampa del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker 11H30

LONDRA (Regno Unito) – Rapporto annuale sul bilancio internazionale delle forze armate dell’Istituto internazionale di studi strategici (IISS) 09H00

AMSTERDAM (Olanda) – Svelati i nomi dei candidati per il premio “Fotografo dell’anno” dalla World Press Foundation 10:00

CITTÀ DEL VATICANO (Santa Sede) – Papa Francesco celebra messa, benedizione e l’imposizione delle ceneri per celebrare l’inizio della Quaresima 16H30

NAZIONI UNITE (Stati Uniti) – Siria: riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite 15:00

TORONTO (Canada) – Nuova audizione nel processo di Bruce McArthur, il serial killer che avrebbe ucciso almeno cinque persone in Canada in ambienti omosessuali

DAKAR (Senegal) – Ripresa del processo contro 31 persone, tra cui almeno un imam e diverse donne, perseguiti in Senegal per “atti di terrorismo e di finanziamento del terrorismo”.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus