Me
Tutte le novità del Festival di Sanremo 2018, e gli stipendi dei conduttori
Condividi su:
sanremo 2018
68esimo Festival della Canzone Italiana

Tutte le novità del Festival di Sanremo 2018, e gli stipendi dei conduttori

Il direttore artistico Claudio Baglioni, per la prima volta in veste di conduttore e non di concorrente sul palco dell'Ariston, ha in serbo grandi novità

06 Feb. 2018
sanremo 2018
68esimo Festival della Canzone Italiana

Dal 6 al 10 febbraio 2018 andrà in onda la 68esima edizione del Festival di Sanremo, il più importante festival della canzone italiana.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La 68esima edizione del Festival di Sanremo

Per la prima volta, l’evento sarà guidato da Claudio Baglioni, in qualità di direttore artistico, e condotto dalla showgirl svizzera Michelle Hunziker – non nuova al palco dell’Ariston, visto che aveva già affiancato Pippo Baudo durante l’edizione del 2007 – e dall’attore italiano Pierfrancesco Favino.

Per l’edizione di quest’anno del Festival sono previsti grandi nomi del mondo dello spettacolo, e un gran numero di ospiti che sfileranno sul palcoscenico tra un’esibizione e l’altra dei concorrenti.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Le novità di questa edizione

Una delle novità, per cominciare, sarà la presenza di ospiti internazionali, come Shaggy, James Taylor e Sting, i quali però dovranno cantare un testo di matrice italiana, nel rispetto del tema del Festival.

Inoltre Baglioni lascerà quasi completamente la conduzione in mano a Hunziker e Favino, per dedicarsi alle performance artistiche che lo contraddistinguono.

Dunque il “festival della rivoluzione” – così denominato essendo la 68esima edizione – sarà costellato di duetti tra il direttore artistico e gli ospiti delle serate, attraverso i quali verranno ricordati importanti nomi della canzone italiana, come Luis Bacalov – compositore argentino, ma naturalizzato italiano – Sergio Endrigo e Lucio Battisti.

Per quanto riguarda il regolamento vero e proprio, Baglioni ha proposto un nuovo format in cui non viene utilizzata la parola “eliminato”: nessun concorrente verrà escluso dalla gara fino alla fine, ma in ogni serata verrà presentato il dettaglio delle votazioni della giuria, e le canzoni verranno divise in tre fasce.

Non ci saranno più “eliminati” o “salvi”, quindi, ma si potrà comunque avere un’idea dell’andamento della gara a seconda delle fasce: quella delle canzoni più gradite, quella “di mezzo” e quella delle canzoni meno gradite.

A decretare la divisione dei pezzi nelle varie fasce di giudizio sarà la Giuria degli Esperti, presieduta da Pino Donaggio, e composta da Giovanni Allevi, Serena Autieri, Milly Carlucci, Gabriele Muccino, Rocco Papaleo, Mirca Rosciani e Andrea Scanzi.

Per quanto riguarda l’ormai onnipresente battaglia per la parità di genere, anche al Festival non mancherà: Michelle Hunziker, infatti, promuoverà un’iniziativa contro la violenza sulle donne portando un ranuncolo – simbolo della lotta contro le molestie – come spilla, e continuando ad impegnarsi con l’associazione Doppia Difesa, come già fa da diversi anni.

I compensi

I compensi destinati ai conduttori e agli ospiti che realizzeranno il Festival sono, come ogni anno, da capogiro.

Ma nel 2018 la quota destinata al direttore artistico e ai conduttori è effettivamente raddoppiata rispetto all’edizione del 2017: 1 milione e 300mila euro.

La quota è ripartita in questo modo: 600mila euro al direttore artistico Claudio Baglioni, 400mila euro alla conduttrice Michelle Hunziker – che si è vista dimezzare di più della metà il compenso rispetto alla sua partecipazione durante l’edizione del 2007, in cui guadagnò 1 milione di euro – e 300mila euro al conduttore Pierfrancesco Favino.

Ma nonostante la quota sia raddoppiata, i compensi in sé sono più bassi rispetto al passato: nel 2006 Giorgio Panariello guadagnò 1 milione di euro, Ilary Blasi 500mila euro, e Victoria Cabello 400mila euro.

Nel 2009 Paolo Bonolis venne retribuito con 1 milione di euro, creando scandalo dopo aver annunciato il suo compenso in diretta nazionale.

Nel 2010 ad Antonella Clerici, unica conduttrice donna negli ultimi nove anni, venne dato un compenso pari a 500mila euro.

Nel 2011 e nel 2012 Gianni Morandi guadagnò 800mila euro l’anno.

Nel 2013 e nel 2014 Fabio Fazio guadagnò 600mila euro, e Luciana Litizzetto 350mila.

Infine nel 2017, in duri tempi di crisi, fece discutere il compenso di 650mila euro destinato a Carlo Conti, che per calmare le acque diede poi 100mila euro in beneficenza.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus