Me

Weah annuncia la cancellazione della norma che limita la cittadinanza alle sole persone nere

"Questa restrizione è razzista e inappropriata per il posto che la Liberia occupa oggi nella comunità delle nazioni", ha detto il presidente neoeletto

Immagine di copertina

George Weah, neopresidente eletto della Liberia, ha annunciato di voler cancellare dalla Costituzione del paese un articolo che consente alle sole persone nere di ottenere la cittadinanza.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“Questa restrizione è razzista e inappropriata per il posto che la Liberia occupa oggi nella comunità delle nazioni”, ha detto l’ex calciatore del Milan, aggiungendo che tale articolo della Costituzione “frena la crescita del paese”.

La Liberia fu fondata da schiavi liberati dagli Stati Uniti nel 1847, che inserirono il requisito della cittadinanza ai neri nella Costituzione per creare “un rifugio per uomini di colore liberati dalla schiavitù”.

L’ex pallone d’oro ha anche chiesto di tenere un referendum sulla disposizione della Costituzione che vieta a cittadini stranieri di avere proprietà nel paese. “Nessun investitore straniero sarà disposto a fare investimenti diretti significativi nel nostro paese se non possono possedere proprietà”, ha detto il presidente.

Weah, infine, ha anche annunciato che taglierà il proprio stipendio del 25 per cento. “Vi annuncio, con effetto immediato, che ridurrò il mio stipendio e i benefici del 25 per cento”, ha detto.