Me
9 curiosità da sapere su Ingvar Kamprad, il fondatore di Ikea
Condividi su:
morto fondatore ikea
Il fondatore di Ikea.

9 curiosità da sapere su Ingvar Kamprad, il fondatore di Ikea

Ingvar Kamprad ha fondato nel 1943 Ikea, l'azienda destinata a diventare multimiliardaria. Ecco alcune curiosità della vita del magnate svedese

30 Gen. 2018
morto fondatore ikea
Il fondatore di Ikea.

Sabato 27 gennaio 2018 è morto Ingvar Kamprad, il fondatore dell’impero svedese di Ikea.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

E a proposito della sua vita, ci sono alcuni interessanti fatti che riguardano uno degli uomini più ricchi del mondo.

Leggi anche: È morto il fondatore di Ikea Ingvar Kamprad

Ecco nove curiosità sulla vita, e l’azienda, di Ingvar Kamprad:

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Kamprad ha un passato legato al fascismo

Kamprad aderì al partito fascista svedese nel 1943, nello stesso anno in cui fondò Ikea.

Durante gli anni della seconda guerra mondiale, nella neutrale Svezia, partecipava e collaborava ai raduni di partito.

E solamente nel 2012 si è scoperto che Kamprad aveva utilizzato prigionieri politici nell’ex Germania dell’Est per lavoro forzato, dagli anni ’60 agli anni ’90.

Quando, nel 1994, emerse la notizia delle sue ideologie politiche, Kamprad definì, secondo un articolo del New York Times, gli anni della guerra “una parte della mia vita che rimpiango amaramente” e “il più stupido errore della mia vita”.

Kamprad lasciò la Svezia in cerca di un paese nel quale si pagassero meno tasse

Nel 1973, a dispetto dell’immagine del perfetto cittadino svedese, Ingvar Kamprad abbandonò la sua patria per trasferire la sua azienda in Danimarca, e infine si stabilì in Svizzera.

Inoltre, nel 2017, varie testate giornalistiche, tra cui Forbes, diffusero la notizia che l’azienda multimiliardaria aveva evaso le tasse.

Leggi anche: I poster Ikea che si possono cucinare

Kamprad ha creato l’azienda che consuma più legno al mondo

Per un totale di 389 negozi nel mondo e la sua vasta selezione di mobili fai-da-te, Ikea utilizza l’1 per cento della fornitura di legno mondiale.

Kamprad ha anticipato i tempi utilizzando gli ordini via mail

Secondo il New Yorker, Kamprad istituì negli anni ’40 il suo metodo di ordinazione online, promettendo ai suoi clienti di minimizzare i costi grazie all’eliminazione degli intermediari.

La genialità dell’imprenditore, comunque, fu quella di sapere che ai clienti piace l’idea di vedere i prodotti che acquista, e, di conseguenza, di creare un catalogo e degli showroom in cui fossero presenti i mobili in vendita.

Kamprad ha aperto un negozio Ikea in ogni continente abitato, tranne nel Sud America (anche se dipende da come si considerano i Caraibi)

Paese che vai, Ikea che trovi.

Kamprad ha dato nomi bizzarri ai mobili che vende perché soffre di dislessia

La dislessia di cui soffre Kamprad gli rende impossibile ricordare i numeri di ordine dei mobili.

Per questo motivo ha inventato un sistema di organizzazione per i nominativi dei prodotti.

Leggi anche: Il dizionario di Ikea che spiega da dove derivano i nomi dei suoi prodotti

Kamprad comprava i suoi vestiti al mercatino

Il fondatore di Ikea non ha mai speso cifre folli per un abito firmato.

“È nella natura degli abitanti di Småland essere parsimoniosi”, ha detto Kamprad.

Kamprad ha concluso il suo primo affare a cinque anni

Aveva solo cinque anni il giovane Kamprad che, nato nel 1926 a Småland, si accordò con uno zio di Stoccolma per comprare da lui fiammiferi all’ingrosso, e rivenderli nella sua città con un grande profitto, secondo il New Yorker.

Entro la fine delle scuole medie, Kamprad aveva espanso il suo mini business nella vendita di decorazioni natalizie, pesci, mirtilli rossi e semi da giardino.

Kamprad era l’ottava persona più ricca del mondo

Secondo Bloomberg Billionaires Index l’azienda di Kamprad poteva vantare un patrimonio multimiliardario, pari a 59 miliardi di dollari.

Comunque, tali cifre non comprendono solo la fortuna personale del fondatore di Ikea.

Infatti l’azienda è gestita da fondazioni e titoli azionari privati, che non riguardano minimamente Kamprad.

Dopo essersi ritirato come amministratore delegato negli anni ’80, ha rinunciato al suo incarico nel 2014.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus