Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Cosa è successo il 27 gennaio a Kabul, in Afghanistan

L'esplosione di un'ambulanza-bomba nei pressi della vecchia sede del ministero dell’Interno a Kabul ha causato la morte di oltre 100 persone e 163 feriti

Immagine di copertina
Credit: AFP PHOTO / WAKIL KOHSAR

Sabato 27 gennaio 2018, alle 12.15 ora locale, un violento attacco suicida ha colpito il centro di Kabul, in Afghanistan, provocando oltre 100 morti e 163 feriti. 

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’esplosione è avvenuta nei pressi della vecchia sede del ministero dell’Interno che ora ospita l’Alto Consiglio di pace (Hpc) e sorge vicino una zona dove si trovano gli uffici dell’Unione europea e di una agenzia di intelligence afghana.

I talebani dell’Emirato islamico dell’Afghanistan hanno rivendicato l’attacco tramite Twitter con un messaggio inviato ai media dal portavoce del movimento, Zabihullah Mujahid.

Tutti gli ospedali sono in piena emergenza e in quello di Emergency, il portavoce Dejan Panic ha detto che con sette morti e 70 feriti ricevuti, “siamo al massimo delle nostre possibilità”.

Un ferito a Kabul. Credit: AFP PHOTO / WAKIL KOHSAR

L’attacco a Helmand

Un altro attacco si è verificato anche nella provincia meridionale di Helmand, causando il ferimento di sei persone, quattro soldati e due agenti.

Un veicolo imbottito di esplosivo è saltato in aria oggi ad un check-point delle forze di sicurezza afghane. Lo riferisce l’agenzia di stampa Pajhwok.

L’attentatore, si è appreso, avrebbe voluto portare l’autobomba a ridosso del check-point ma è stato ucciso prima di poterlo fare.

L’operazione è stata rivendicata dal portavoce dei talebani Qari Yousuf Ahmadi.

Cosa è successo a Kabul

L’attentatore suicida ha usato un’ambulanza per passare attraverso i checkpoint, ha passato il primo checkpoint dicendo che stava portando un paziente all’ospedale di Jamuriate e al secondo varco di sicurezza è stato riconosciuto e ha fatto esplodere il veicolo carico di esplosivo”. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Interni, Nasrat Rahimi.

L’esplosione della ambulanza-bomba ha causato gravi danni agli edifici, alle auto e alle infrastrutture nella zona di Sedarat Square, vicino alla nota Chicken Street, dove a circa 200 metri si trova anche la sede della delegazione dell’Unione Europea.

Secondo i testimoni, una coltre di fumo grigio si è levata dal centro città e tutti gli edifici nel raggio di centinaia di metri sono stati colpiti dall’esplosione.

Nell’ultimo anno la capitale afgana è stata colpita più volte da attentati con esplosivi poi rivendicati dall’Isis e dai Talebani.

Le più recenti sono quelle del 24 gennaio contro la sede di Save the Children a Jalalabad, che ha causato la morte di 22 persone, e quella del 21 gennaio all’Intercontinental Hotel di Kabul, in cui sono morte 43 persone.