Me

Un treno è deragliato a Milano, tre donne sono morte

Il grave incidente è avvenuto alle 7 del mattino, nei pressi di Seggiano di Pioltello. Il treno, a bordo del quale c'erano centinaia di pendolari, era partito da Cremona

Immagine di copertina

Un treno delle ferrovie Trenord, diretto a Milano Porta Garibaldi e partito da Cremona alle 5:32, è deragliato. Tre donne di 39, 51 e 62 anni sono morte.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Dieci persone sono in condizioni molto gravi. Le persone in codice rosso sono state trasferite all’ospedale San Raffaele di Milano, alcuni in elicottero.

Decine di altri feriti lievi, ma il bilancio è ancora provvisorio. Alcune persone sono ancora incastrate all’interno dei vagoni.

È stato necessario amputare una gamba a una donna rimasta ferita.

L’incidente è avvenuto a Seggiano di Pioltello, alle porte di Milano.

Secondo le prime informazioni, il treno sarebbe uscito dai binari e alcune carrozze, precisamente quelle centrali, si sarebbero ribaltate.

Inizialmente era stata fatta l’ipotesi che il problema poteva essersi verificato a causa del malfunzionamento di uno scambio, ma è stata in seguito smentita.

Il treno di pendolari, si tratta del regionale 10452, è deragliato alle 7 del mattino del 25 gennaio. Il suo arrivo a Milano Porta Garibaldi era previsto per le 7.24.

I soccorritori sono sul posto per prestare aiuto.

Il luogo è complicato da raggiungere per i mezzi di soccorso a causa della ringhiera di cemento che costeggia quel tratto di ferrovia, ma è stato aperto un varco.

Le cause dell’incidente devono ancora essere accertate.

La linea ferroviaria è interrotta tra Milano Lambrate e Treviglio sulla linea convenzionale e sull’alta velocità Milano Brescia.

Sono fermi anche i treni di Trenitalia, secondo quanto dichiarato da Rete Ferroviaria Italiana

È stata aperta un’inchiesta per disastro ferroviario colposo.

“Abbiamo individuato un cedimento strutturale tra vagoni ma sono ancora in corso tutti gli accertamenti per chiarire il quadro”, ha spiegato il questore di Milano Marcello Cardona.

Il video:

Pesanti critiche sono arrivate a Trenord, che un’ora dopo l’incidente ha pubblicato questo tweet:

“Qui c’erano 250 persone, e vedendo i vagoni purtroppo è brutto dire che è andata quasi bene. Le immagini sono tragiche e fanno capire che i morti potevano essere molti di più”. Lo ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala, dopo essersi recato sul luogo dell’incidente.

“Non c’e’ più tempo da perdere a questo punto. Da queste disgrazie bisogna trarre lezione” ha detto il primo cittadino meneghino annunciando per questo pomeriggio un incontro in prefettura con il ministro Delrio, i responsabili delle ferrovie , il prefetto, e il presidente della regione Lombardia Maroni.

La Rete ferroviaria italiana ha fatto sapere che dovranno essere le indagini in corso a stabilire se il cedimento del binario sia stato causa o effetto dell’incidente ferroviario.

Il cedimento è stato scoperto a circa due chilometri e 300 metri dal luogo dell’incidente, nel punto in cui il convoglio sarebbe iniziato a uscire dai binari.

Gli investigatori hanno individuato quello che definiscono il “punto zero” dove si è rotto un pezzo di binario di 23 centimetri che si trovava proprio su una giuntura.

Il pezzo di binario, il cui cedimento sembra essere all’origine del disastro, è stato trovato a una ventina di metri da dove si è rotto.

Solo dal “punto zero” sono visibili tracce di trascinamento, il che fa supporre che l’incidente sia stato originato proprio dalla rottura e non che la lacerazione del binario sia conseguenza di un altro guasto.

Campagna regione lazio