Me

In Florida un virus portato dagli escrementi di scimmia sta allertando gli scienziati

Uno studio ha spinto i ricercatori delle università della Florida e di Washington ad avvertire l'agenzia per la fauna selvatica sul rischio per la salute derivante dalle scimmie infette

Immagine di copertina
AlainGuerrier/HorizonFeatures/Leemage

Uno studio pubblicato sulla rivista Centers for Disease Control and Prevention Emerging Infectious Diseases ha rivelato che alcune scimmie presenti nel territorio della Florida stanno espellendo un virus che può essere pericoloso per l’uomo.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Gli scienziati che studiano una crescente popolazione di macachi rhesus nel Silver Springs State Park affermano che oltre a essere portatrici dell’herpes di tipo B, che è comune in queste specie, alcune delle scimmie portano il virus nella loro saliva e in altri fluidi corporei, ponendo un potenziale rischio di diffusione della malattia.

Sono circa 50 casi documentati in tutto il mondo, e non ci sono prove della trasmissione del virus a persone da parte di macachi selvatici in Florida o in altre zone.

Dal 15 al 26 gennaio partecipa al TPI Journalism Workshop con i migliori giornalisti italiani. Scopri come

Tuttavia, i ricercatori dicono che il problema non è stato studiato a fondo.

I risultati dello studio hanno spinto i ricercatori delle università della Florida e di Washington ad avvertire l’agenzia per la fauna selvatica della Florida sul rischio per la salute pubblica derivante dalle scimmie infette.

I funzionari della fauna selvatica dello stato dicono che stanno prendendo sul serio il problema.

“Senza un’azione di gestione, la presenza e la continua espansione di macachi rhesus non nativi in ​​Florida può comportare gravi rischi per la salute e la sicurezza, tra cui lesioni umane e trasmissione di malattie”, ha dichiarato Thomas Eason, assistente direttore esecutivo della Florida Fish and Wildlife Conservation Commission.

“La commissione supporta la rimozione di queste scimmie dall’ambiente per contribuire a ridurre la minaccia che rappresentano. Questo può essere fatto in vari modi”, ha detto la portavoce Carli Segelson in una lettera.

I macachi, originari dell’Asia, sono una delle molte specie di fauna selvatica non autoctone in Florida.

I loro contatti con il pubblico, compresa la scorsa estate quando le scimmie hanno inseguito una famiglia, li hanno resi in qualche modo famosi e hanno portato a due chiusure del parco dal 2016.

Secondo il CDC, il virus dell’herpes B è stato fatale per 21 dei 50 umani che lo hanno contratto da morsi di macaco e graffi mentre lavoravano a contatto con gli animali nei laboratori.

Il CDC ha dichiarato che c’è preoccupazione per il rischio che le malattie come il virus dell’herpes B pongono sulle persone, specialmente nelle situazioni in cui vi è una frequente interazione tra animali e esseri umani in cui possono verificarsi graffi o morsi.

“L’infezione da virus herpes B è estremamente rara nelle persone, ma quando si verifica, può causare gravi danni cerebrali o la morte se il paziente non viene trattato immediatamente”, ha detto in una nota il portavoce del CDC Ian Branam.

I risultati suggeriscono un problema di salute pubblica, ha detto David Civitello, un professore di biologia della Emory University che non è stato coinvolto nello studio.

Tuttavia, ha detto, mentre la ricerca conferma la presenza del virus nelle secrezioni corporee delle scimmie, occorre fare ancora degli studi per stabilire quanti sono i virus presenti e quanto siano facilmente trasferibili.

La presenza del virus nelle feci e nella saliva delle scimmie comporta problemi per i lavoratori del parco e per i visitatori, che potrebbero essere in pericolo se morsi o graffiati.

“I visitatori umani del parco hanno maggiori probabilità di essere esposti”, scrivono gli autori del documento, “attraverso il contatto con la saliva derivante da morsi e graffi di macachi o dal contatto con il virus attraverso l’urina e le feci”.

Samantha Wisely, un’ecologista della University of Florida e una delle autrici dello studio, ha detto che le scimmie rappresentano una minaccia significativa per la salute pubblica.

Il documento raccomanda che i responsabili della fauna selvatica della Florida considerino il virus nelle future decisioni politiche.