Me

Bomba in un centro commerciale in Russia, Putin: “È atto terroristico”

Nel pomeriggio di mercoledì 27 dicembre un ordigno è esploso all’interno di un supermercato della catena Perekrestok causando il ferimento di 13 persone

Immagine di copertina
Credit: Sergey Mihailicenko / Anadolu Agency

Nel pomeriggio di mercoledì 27 dicembre a San Pietroburgo in Russia, un ordigno è esploso all’interno di un supermercato della catena Perekrestok causando il ferimento di 13 persone, quattro sarebbero in gravi condizioni.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Non è ancora chiara la dinamica dell’accaduto, ma per le autorità lo scoppio sarebbe stato provocato da un ordigno artigianale con una potenza equivalente a 200 grammi di tritolo, forse nascosto in un armadietto per le borse.

Anche se non c’è stata una rivendicazione, giovedì 28 dicembre, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che si è trattato di un attentato terroristico.

Dal 15 al 26 gennaio partecipa al TPI Journalism Workshop con i migliori giornalisti italiani. Scopri come

Lo ha detto nel corso di una cerimonia di premiazione per militari russi e donne soldato che hanno prestato servizio in Siria.

“Sappiamo che ieri è stato compiuto un atto di terrorismo e di recente il servizio di sicurezza federale ha impedito un altro tentativo di azione terroristica”, ha commentato il presidente russo.

Alla notizia dell’esplosione, sostenitori dell’Isis hanno esultato sul web.

“Se Dio vuole daremo ai crociati un assaggio della loro stessa medicina”, uno dei post comparsi su internet, come riferito da Rita Katz, direttrice dell’organizzazione Site che monitora l’attività jihadista in Rete.