Me

La foto scioccante di una bambina costretta a bere da una pozzanghera in Argentina

L'immagine stata scattata da una giornalista di Misiones Online, e denuncia la situazione dei minori nella comunità indigena Guarani Mbya

Immagine di copertina

“Mentre il paese va a fuoco questa bambina si idrata bevendo dal marciapiede. C’è qualcosa che non va nella nostra società, o no?”.

È quanto ha scritto Migue Rios, volontario di Unicef e Plato Lleno (associazione contro lo spreco alimentare) in Argentina, condividendo su Facebook l’immagine diffusa dai quotidiani locali per denunciare la situazione dei bambini della comunità indigena Guarani Mbya.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’immagine ritrae una bambina china sul marciapiede che beve da una pozzanghera per combattere il caldo soffocante a Posadas, capitale della provincia di Misiones, dove gli indigeni vivono chiedendo l’elemosina.

“Perché ho pubblicato la foto? – ha aggiunto Migue Ros – In modo tale che finalmente iniziamo a parlare di un problema di cui nessuno parla, mentre quelli che dovrebbero fare qualcosa se ne lavano le mani”.

La foto, secondo quanto raccontano i media locali, è stata scattata il 13 dicembre da una giornalista di Misiones Online ferma al semaforo durante un giro in auto per le vie di Posadas, città all’estremità nord-orientale dell’Argentina, dove sembrano ripetersi frequentemente scene come queste.

La giornalista, residente nella zona, ha inviato l’immagine alla propria redazione per vedere se si potesse fare qualcosa: un gruppo di reporter si è così mobilitato per portare taniche di acqua ad alcune famiglie che vivono per le strade della città.

L’intento dei cronisti che hanno diffuso la foto è quello di accendere i riflettori sulla situazione dei minori appartenenti alla comunità Guarani Mbya, che vengono sfruttati per chiedere l’elemosina in città.