Me

Il candidato di centrodestra ha vinto le elezioni presidenziali in Cile

Sebastián Piñera ha vinto il secondo turno delle elezioni presidenziali in Cile con il 54,6 per cento dei voti. Era già stato alla guida del paese dal 2010 al 2014

Immagine di copertina
Credit: Afp

Domenica 17 dicembre il miliardario Sebastián Piñera ha vinto il secondo turno delle elezioni in Cile ed è stato eletto presidente per il suo secondo mandato, dopo aver già ricoperto la carica dal 2010 al 2014.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

A scrutini quasi terminati, Piñera si è assicurato il 54,6 per cento dei voti. Il suo rivale Alejandro Guillier, il candidato della coalizione di centrosinistra che ha guidato il paese dal 2014 a oggi, si è fermato al 45,4 per cento e ha già riconosciuto la sconfitta.

Sebastián Piñera sostituirà alla guida del paese la socialista Michelle Bachelet, prima donna a ricoprire l’incarico di presidente del Cile.

Bachelet ha goduto di una buon livello di popolarità nel corso dei suoi quattro anni alla guida del paese, ma la sua fama era calata in maniera considerevole dopo uno scandalo di corruzione che ha coinvolto la figlia e la nuora.

“Voglio rinnovare il mio impegno nei confronti dei cileni, un impegno all’unità e al dialogo. Per questo invito i miei predecessori a condividere le loro esperienze e i loro consigli in modo tale da raggiungere soluzioni utili a combattere i nostri problemi principali”, ha detto Piñera ai suoi supporter.

Secondo i dati diffusi dalla BBC, l’affluenza alle urne è stata del 48,5 per cento. Un numero basso, nonostante fossero le prime elezioni presidenziali del paese aperte al voto dei cittadini residenti all’estero.

Il 19 novembre Piñera aveva vinto il primo turno delle elezioni con poco più del 36 per cento dei voti.

Un consenso limitato dall’ottimo risultato dei due principali partiti di sinistra suoi rivali, che insieme erano riusciti a raccogliere il 43 per cento dei voti.

Al primo turno Guillier aveva ottenuto il 22,68 per cento dei voti, due punti in più rispetto alla principale candidata di sinistra, Beatriz Sànchez, che con un buon 20,28 per cento aveva superato di molto le previsioni dei sondaggi pre-elettorali.

José Antonio Kast, il candidato indipendente di estrema destra e ammiratore dichiarato dell’ex dittatore Augusto Pinochet che è riuscito a raccogliere quasi l’otto per cento dei voti al primo turno delle elezioni, dopo i risultati di novembre aveva invitato i suoi elettori a votare per Sebastián Piñera al secondo turno delle presidenziali.

Campagna regione lazio