Me

La mamma che per le figlie ha vinto il rifiuto per il suo corpo

Olivia White ha raccontato la relazione, a volte conflittuale, con il proprio corpo. La sua testimonianza è diventata in poco tempo virale

Immagine di copertina
Olivia White/Via Instagram

Olivia White, autrice del blog House of White, ha recentemente raccontato la relazione, a volte conflittuale, con il proprio corpo. Una testimonianza che è diventata in poco tempo virale.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

In un post pubblicato sul suo account Instagram, Olivia ha raccontato di aver cambiato idea riguardo a una foto che ritraeva lei e sua figlia in spiaggia. Dapprima aveva deciso di non pubblicare l’immagine per via della su forma fisica secondo lei imperfetta. Poi, ha realizzato quanto fosse intimo e importante quel momento, e da qui la scelta di volerlo condividere con la comunità di Instagram.

Nel post, Olivia scrive: “Non ho pubblicato prima questa foto a causa della mia pancia in evidenza. Ho provato ad avere un atteggiamento sicuro e positivo verso il mio corpo, ma non è così facile”. E continua: “Ci sono giorni buoni e cattivi. Ma non puoi smettere, perché hai dei piccoli occhi che ti guardano”. White si riferisce alle sue bambine, per le quali intende essere un modello positivo da seguire.

Pochi giorni dopo, la blogger ha pubblicato un’altra foto per ringraziare gli utenti Instagram per la reazione positiva, che lo scatto precedente aveva suscitato. White ha invitato tutte le mamme a non perdersi una sola occasione per fotografarsi insieme ai propri figli, senza badare ad una forma fisica imperfetta. Le immagini di quei momenti non torneranno più e la blogger invita, quindi, a cogliere l’attimo.

Il suo invito non è rimasto inascoltato. Tante altre madri hanno, infatti, pubblicato foto con i propri bambini, in cui si vede tutto l’amore che li lega.

Ecco alcune immagini dai loro account Instagram.

Un post condiviso da ➕Jessica Odenbreit➕ (@theummum) in data:

Un post condiviso da Amy Watts (@amy__watts) in data:

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop