Me
Una ragazza è stata trovata morta dopo essere andata a un appuntamento su Tinder
Condividi su:

Una ragazza è stata trovata morta dopo essere andata a un appuntamento su Tinder

La 24enne del Nebraska era scomparsa il 15 novembre, giorno in cui aveva pubblicato uno status su Snapchat nel quale raccontava che stava per recarsi all'appuntamento

06 Dic. 2017

Il pomeriggio di lunedì 4 dicembre, il corpo senza vita di Sydney Loofe, una ragazza di 24 anni di Lincoln in Nebraska, Stati Uniti, è stato trovato dalla polizia locale dopo che da quasi un mese non si avevano più notizie della donna.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La ragazza era scomparsa il 15 novembre scorso dopo che su Tinder – popolare applicazione per incontri – aveva preso un appuntamento con un’altra persona.

Poco prima di recarsi all’incontro, la donna aveva pubblicato un’immagine su Snapchat (altro famoso social network) con la didascalia “pronta per il mio appuntamento”.

Ma il giorno seguente Sydney Loofe non si è presentata a lavoro e da lì sono partite le ricerche.

L’FBI e la polizia di Lincoln stanno lavorando al caso.

Al momento due persone sono sospettate per la morte della ragazza: si tratta di Bailey Boswell, 23 anni, e del suo coinquilino, Aubrey Trail, 51 anni; entrambi tratti in custodia dalla polizia.

Gli agenti che stanno indagando sul caso sostengono infatti che Sydney Loofe avesse appuntamento con Bailey Boswell, e che, in base ad alcune dichiarazioni pubblicate sui social network, “Aubrey Trail e Bailey Boswell sono state le ultime due persone ad aver visto Sydney Loofe”.

La scorsa settimana la Boswell e il signori Trail hanno pubblicato video sui social media proclamando la loro innocenza.

I genitori della donna scomparsa, George e Susie Loofe, hanno detto in un messaggio pubblicato sulla pagina Facebook “Finding Sydney Loofe”: “Per favore continua a pregare per Sydney e tutta la nostra famiglia. Possa dio concedere riposo eterno a te. Ti amiamo Sydney.”

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus