Me
Un neonato stava per essere seppellito perché dichiarato morto per sbaglio
Condividi su:

Un neonato stava per essere seppellito perché dichiarato morto per sbaglio

Sono stati i genitori del neonato ad accorgersi che il bambino era ancora vivo, mentre si dirigevano al suo funerale

04 Dic. 2017

Due medici dell’ospedale indiano Max Hospital, situato nella capitale Nuova Dheli, sono stati licenziati per aver erroneamente dichiarato morto un bambino appena venuto al mondo.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Si tratta di uno dei due gemelli di una coppia indiana che, nato prematuro, era stato dichiarato morto dai medici che avevano seguito il parto. Il fratello gemello era già morto precedentemente.

Sono stati i genitori del neonato ad accorgersi che il bambino era ancora vivo, mentre si dirigevano al suo funerale.

I coniugi si sono accorti di alcuni strani movimenti all’interno dei sacchi di plastica nei quali i medici avevano posizionato i due gemelli.

Come riporta la Bbc, il nonno ha raccontato che subito dopo la sbalorditiva scoperta, il bambino è stato portato nel più vicino ospedale dove i medici hanno confermato che era ancora vivo.

Sul caso è stata aperta un’inchiesta da parte del governo indiano, nel frattempo la direzione del Max Hospital ha disposto l’interruzione dei rapporti di lavoro con i due medici.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus