Me

Un ciclone tropicale sull’isola di Giava ha ucciso 19 persone

Numerosi villaggi e strade sono stati sommersi dal fango e dalle acque dei fiumi straripati a causa delle piogge torrenziali, che hanno costretto quattromila persone ad abbandonare le proprie abitazioni

Immagine di copertina
Credit: Afp

Un ciclone tropicale martedì 28 novembre ha colpito la parte orientale di Giava, una delle isole più popolose dell’arcipelago indonesiano, causando la morte di 19 persone, la maggior parte delle quali sono rimaste uccise dopo essere state travolte da frane.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Numerosi villaggi e strade sono stati sommersi dal fango e dalle acque dei fiumi straripati a causa delle piogge torrenziali, che hanno costretto quattromila persone ad abbandonare le proprie abitazioni.

Le piogge portate dal ciclone tropicale hanno causato alluvioni e frane in 20 distretti nella parte orientale di Giava e a Klungkung, a Bali.

“Diciannove persone sono morte, migliaia di case sono state sommerse e altri danni sono stati riportati”, ha scritto su Twitter Sutopo Purwo Nugroho, portavoce della Disaster Mitigation Agency.

Due aeroporti nei pressi delle zone più colpite sono stati chiusi per breve tempo e poi riaperti. Negli ultimi giorni molti voli in arrivo e in partenza dall’Indonesia sono stati rimandati o cancellati a causa dell’allarme per l’eruzione del vulcano Agung sull’isola di Bali, a poca distanza dalla zona orientale di Giava.

Le piogge stagionali causano molto spesso frane in Indonesia, dove una buona parte dei 260 milioni di abitanti vive in aree montagnose o in zone pianeggianti vicine a fiumi a forte rischio di esondazione.