Me

Perché la futura moglie del principe Harry non si chiamerà principessa Meghan

L'appellativo principessa prima del nome proprio spetta solo a chi nasce in quel ruolo. Ecco le norme che regolano la vita della casa reale britannica

Immagine di copertina
Il principe Harry e Meghan Markle. Credit: Daniel LEAL-OLIVAS

Una serie di leggi complesse e antiche regola la vita della monarchia britannica. Secondo gli standard del protocollo reale, l’ex star di Hollywood Meghan Markle non sarà conosciuta come “principessa Meghan”, quando sposerà il principe Harry l’anno prossimo. Il motivo è che la neofidanzata non ha “sangue reale”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Anche Kate Middleton non è ufficialmente la “principessa Kate”, per lo stesso motivo. La moglie di William è “Sua altezza reale la duchessa di Cambridge”. Come spiega la Bbc, dopo il matrimonio nel 2011, Kate ha ricevuto il titolo di “Princess William of Wales”.

Sul certificato di nascita del suo primogenito, alla voce occupazione (riferita a Kate) compare “Princess of the United Kingdom”, ma mai “principessa Kate”.

È il sangue reale il fattore determinante quando si tratta di decidere come debba essere chiamata una donna della famiglia reale. L’appellativo principessa prima del nome proprio spetta quindi solo a chi nasce in quel ruolo.

Ciò significa che la defunta sorella della regina, Margaret, aveva il diritto di chiamarsi “principessa” Margaret. Allo stesso modo la figlia della regina è la principessa Anna e le sue nipoti sono la principessa Beatrice e la principessa Eugenia. Così come Charlotte può essere chiamata “principessa Charlotte”.

Leggi anche: La linea di successione al trono britannico è più lunga di quanto immaginereste

La stessa Diana Spencer non fu mai ufficialmente riconosciuta come “principessa Diana”. Il suo titolo era “principessa del Galles”, ma non “principessa Diana”.

Così come Sarah Ferguson, ex moglie del principe Andrea, secondogenito della regina e duca di York, non è mai stata la principessa Sarah e Sophie Rhys-Jones, la moglie del principe Edward, non è la principessa Sophie.

Per Buckingham Palace, i titoli per i membri della famiglia che occupano ruoli prestigiosi, ma in qualche modo periferici, sono necessari. I primi cugini della Regina sono, rispettivamente, i Duchi di Gloucester e Kent, e quando lo zio di Elisabetta, Edoardo VIII abbandonò il trono per sposare nel 1936 Wallis Simpson, una donna divorziata americana, divenne il Duca di Windsor.

Così, quando il principe Andrew sposò Sarah Ferguson nel 1986, la regina lo rese duca di York, affinché lei diventasse la duchessa di York, un titolo che continua a detenere nonostante il divorzio.

Lo stesso Duca di Edimburgo, divenne il “principe Filippo” solo quando la Regina gli diede tale titolo nel 1957.

Allo stesso modo, quando il principe Edward sposò Sophie Rhys-Jones, divenne il conte di Wessex e la sua nuova moglie divenne la contessa di Wessex.