Me
La classifica 2017 delle città italiane in base alla qualità della vita
Condividi su:
Bolzano
Una facciata nel centro storico di Bolzano, in Sudtirolo. Credit: Afp

La classifica 2017 delle città italiane in base alla qualità della vita

Le città di Trento e Bolzano si posizionano ai primi due posti tra le province italiane per il tenore di vita. Ultime Trapani e Napoli

27 Nov. 2017
Bolzano
Una facciata nel centro storico di Bolzano, in Sudtirolo. Credit: Afp

Il quotidiano giuridico, economico e politico ItaliaOggi ha pubblicato la sua annuale classifica sulla qualità della vita nelle città italiane, basata sull’indagine del Dipartimento di statistiche economiche dell’Università La Sapienza di Roma e con la collaborazione di Cattolica Assicurazioni.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’indagine è basata su diversi fattori come offerta di lavoro, criminalità, servizi sociali e scolastici e assistenza sanitaria. Per ogni fattore viene consegnato un punteggio, la somma dei vari punti assegnati decreta poi la classifica.

Le città di Trento e Bolzano si posizionano ai primi due posti tra le province italiane per il tenore di vita. Ad aggiudicarsi gli ultimi posti, invece, le città di Trapani e Napoli.

Roma prende punti e si posiziona all’67esimo posto, scalando la classifica dopo l’80esimo posto del 2016. 

Nei primi posti della classifica prevalgono le città italiane del nord-est. Dopo le prime classificate, Trento e Bolzano, in coda ci sono Belluno, Vicenza, Treviso, Pordenone e Udine.

Sorte diversa in classifica per le città del nord-ovest, dove la qualità della vita non è ritenuta ottimale in 8 province. 

Piacenza è arrivata più in alto in classifica rispetto a Milano, che ha riconfermato il 57esimo posto dell’anno precedente. Anche Matera si posiziona bene, con il suo 51esimo posto.

Le città della regione Calabria e della Sicilia si ritrovano in basse posizioni a causa della qualità insoddisfacente del tenore di vita. La città di Palermo è 102esima.

La Sardegna ottiene posizioni in classifica contrastanti. Qualità della vita insoddisfacente per le province di Cagliari, Medio Campidano e Carbonia-Iglesias. Un’accettabile qualità della vita, invece, a Ogliastra, Nuoro e Olbia-Tempio.

Secondo l’indagine, il 58 per cento degli italiani ha una qualità della vita scarsa o insoddisfacente, mentre sono 56 su 110 le province dove la qualità è buona o accettabile.

L’indagine sulla qualità della vita nelle province italiane ha l’obbiettivo di stimolare il dibattito sulle linee guida da seguire per incrementare il benessere delle comunità locali e rendere pubbliche le azioni politiche in tal senso.

La classifica completa è visibile suo quotidiano ItaliaOggi.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus