Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

La classifica 2017 delle città italiane in base alla qualità della vita

Le città di Trento e Bolzano si posizionano ai primi due posti tra le province italiane per il tenore di vita. Ultime Trapani e Napoli

Immagine di copertina
Una facciata nel centro storico di Bolzano, in Sudtirolo. Credit: Afp

Il quotidiano giuridico, economico e politico ItaliaOggi ha pubblicato la sua annuale classifica sulla qualità della vita nelle città italiane, basata sull’indagine del Dipartimento di statistiche economiche dell’Università La Sapienza di Roma e con la collaborazione di Cattolica Assicurazioni.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’indagine è basata su diversi fattori come offerta di lavoro, criminalità, servizi sociali e scolastici e assistenza sanitaria. Per ogni fattore viene consegnato un punteggio, la somma dei vari punti assegnati decreta poi la classifica.

Le città di Trento e Bolzano si posizionano ai primi due posti tra le province italiane per il tenore di vita. Ad aggiudicarsi gli ultimi posti, invece, le città di Trapani e Napoli.

Roma prende punti e si posiziona all’67esimo posto, scalando la classifica dopo l’80esimo posto del 2016. 

Nei primi posti della classifica prevalgono le città italiane del nord-est. Dopo le prime classificate, Trento e Bolzano, in coda ci sono Belluno, Vicenza, Treviso, Pordenone e Udine.

Sorte diversa in classifica per le città del nord-ovest, dove la qualità della vita non è ritenuta ottimale in 8 province. 

Piacenza è arrivata più in alto in classifica rispetto a Milano, che ha riconfermato il 57esimo posto dell’anno precedente. Anche Matera si posiziona bene, con il suo 51esimo posto.

Le città della regione Calabria e della Sicilia si ritrovano in basse posizioni a causa della qualità insoddisfacente del tenore di vita. La città di Palermo è 102esima.

La Sardegna ottiene posizioni in classifica contrastanti. Qualità della vita insoddisfacente per le province di Cagliari, Medio Campidano e Carbonia-Iglesias. Un’accettabile qualità della vita, invece, a Ogliastra, Nuoro e Olbia-Tempio.

Secondo l’indagine, il 58 per cento degli italiani ha una qualità della vita scarsa o insoddisfacente, mentre sono 56 su 110 le province dove la qualità è buona o accettabile.

L’indagine sulla qualità della vita nelle province italiane ha l’obbiettivo di stimolare il dibattito sulle linee guida da seguire per incrementare il benessere delle comunità locali e rendere pubbliche le azioni politiche in tal senso.

La classifica completa è visibile suo quotidiano ItaliaOggi.