Me

Nepal alle urne per il primo turno delle elezioni generali

Si tratta delle prime elezioni parlamentari dal 1999. Il secondo turno si terrà il 7 dicembre, mettendo fine alla transizione democratica a lungo rimandata nel paese

Immagine di copertina
Una donna vota al primo turno delle elezioni in Nepal. Credit: PRAKASH MATHEMA

Milioni di cittadini in Nepal hanno votato domenica 26 novembre per la prima fase delle elezioni parlamentari e provinciali, oltre dieci anni dopo la fine della ribellione maoista. Si tratta delle prime elezioni dopo la fine della guerra civile nel paese e l’abolizione della monarchia (nel 2007) e del primo voto parlamentare dal 1999.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Domenica 26 novembre l’esercito è stato in allerta a causa di una serie di piccoli roghi attribuiti a un gruppo isolato di ribelli maoisti, che hanno riportato nella mente dei cittadini nepalesi la violenza e l’instabilità che il paese si è lasciato alle spalle.

La seconda fase delle elezioni si terrà il 7 dicembre, mettendo fine alla transizione democratica a lungo rimandata nel paese. I risultati saranno noti a metà dicembre.

La nuova costituzione, approvata nel 2015, ha dichiarato il Nepal uno stato federale con tre livelli di governo: federale, provinciale e locale. Oltre 15 milioni di cittadini sono stati chiamati a votare i 275 membri del parlamento e le assemblee provinciali.

 

Il centrista Partito del Congresso del Nepal si sta confrontando con un’alleanza formata dagli ex ribelli maoisti e dal partito comunista UML.