Me
Perché Google Maps ha oscurato un’anonima cittadina olandese?
Condividi su:
google maps-street view-censura

Perché Google Maps ha oscurato un’anonima cittadina olandese?

Non è l'unico luogo "censurato" dal colosso di Mountain View. Wikipedia ha mappato tutte le cartine satellitari di Google che risultano poco chiare o incomplete

04 Feb. 2018
google maps-street view-censura

Sin da quando è stato creato Google Maps, il servizio che consente la ricerca e la visualizzazione delle aree geografiche della terra sul web, una porzione di un piccolo villaggio olandese, Noordwijk aan Zee, nei pressi di Leiden, risulta nascosto dalle immagini satellitari disponibili.

Non si tratta dell’unico luogo oscurato, ma non è chiara in questo caso la ragione che ha spinto Google a censurare quello che sembra un semplice quartiere residenziale.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Nessun altro servizio di mappe online ha fatto una scelta analoga nei confronti di questo luogo, e anche attraverso Google Maps il quartiere è visibile attraverso Street View.

Un’altra ragione per cui questa censura appare strana, è che risulta fin troppo chiara. Quando si osserva la zona in questione è immediatamente palese che Google voglia nascondere qualcosa. Solitamente, invece, il colosso di Mountain View utilizza stratagemmi più sofisticati che rendono la censura meno evidente.

 

Noordwijk aan ZeeCredit: Google Maps

Ad esempio questo edificio in Grecia sembra essere stato volontariamente offuscato, questa prigione in Francia appare con una risoluzione bassissima, e per questo carcere in Irlanda si pensa sia stata utilizzata un’immagine satellitare vecchia per nascondere nuove costruzioni. Attraverso queste modalità il normale utilizzatore di Google Maps non si accorge della censura dei luoghi, perché semplicemente non vi presta attenzione.

Wikipedia ha messo a disposizione una lista piuttosto utile delle immagini satellitari delle cartine satellitari di Google che risultano poco chiare o incomplete, e ha addirittura mappato questi luoghi per permettere di identificarli con precisione.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus